Credito, Banca d’Italia: a novembre contrazione del 4,3% delle erogazioni ai privati

Banca Italia LogoA novembre i prestiti al settore privato hanno registrato una contrazione del 4,3% su base annua. I finanziamenti alle famiglie sono scesi dell’1,5% (dopo la contrazione del 1,3 nel mese precedente), e quelli alle imprese sono diminuiti del 6 per cento (dopo il 4,9% di ottobre). Lo rivela l’ultimo bollettino della Banca d’Italia.

Secondo di dati raccolti cresce la raccolta, con depositi del settore privato in aumento del 6,1% mentre le obbligazioni emesse flettono del 7,3% (per valore nominale; quelle detenute dalle banche per valore di mercato mostrano un calo del 5,6%).

La dinamica dei tassi d’interesse applicati ai prestiti alle famiglie mostra per il credito al consumo un Taeg in calo al 9,20% e per i prestiti per acquisto abitazioni un Taeg in flessione al 3,86%, in lieve riduzione rispetto al 3,90 per cento di ottobre.

I tassi d’interesse sui prestiti alle società non finanziarie mostrano sui conti correnti un calo del tasso al 5,17%, del 4,38% fino a 1 milione di euro e del 2,76% oltre 1 milione di euro.

Sui depositi i tassi sono allo 0,99% (ci cui conti correnti allo 0,42%); sempre sul fronte della raccolta i tassi, sulle obbligazioni sono diminuiti a novembre al 3,13%).

Credito, Banca d’Italia: a novembre contrazione del 4,3% delle erogazioni ai privati ultima modifica: 2014-01-12T14:35:32+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: