Credito Valtellinese, quasi un milione di clienti a fine 2010 e tasso di fidelizzazione vicino al 93%

Il consiglio di amministrazione del Credito Valtellinese, presieduto da Giovanni De Censi, ha approvato il progetto di bilancio della Capogruppo e i risultati consolidati al 31 dicembre 2010, presentati dall’amministratore delegato e direttore generale Miro Fiordi. I dati dicono che l’andamento gestionale dell’esercizio 2010 riflette l’andamento del sistema, caratterizzato da una moderata crescita dei volumi di raccolta e impieghi, e una qualità del credito condizionata dalla debolezza della ripresa economica. I margini operativi ancora risentono dell’andamento dei tassi di mercato e della fragilità del contesto economico di riferimento anche se nell’ultimo trimestre mostrano qualche segnale di miglioramento.

Il Gruppo Credito Valtellinese consolida e migliora la propria posizione di mercato con oltre 940.000 clienti alla fine dello scorso anno, grazie all’incremento di 65.000 unità rispetto all’esercizio precedente, compreso Banca della Ciociaria (ora Credito del Lazio S.p.A.), entrata nel perimetro di Gruppo a maggio 2010.

Altro dato molto interessante è il tasso di fidelizzazione, vicino al 93%. La rete commerciale del Gruppo annovera 543 filiali e 28 sportelli nuovi, 15 dei quali del Credito del Lazio, con una quota di mercato per sportelli pari a 1,6% a livello nazionale.

Per quanto riguarda invece l’utile lordo dell’operatività corrente i valori superano i 150 milioni di euro con una crescita di oltre il 5% (anno su anno) e un utile netto consolidato a 69 milioni di euro.

I crediti verso la clientela si attestano a 22.004 milioni di euro e segnano un aumento del 8% rispetto a fine 2009. Aumento che fa seguito anche ai dati relativi alla raccolta globale, pari a 34.273 milioni di euro, (+ 4,3% su dicembre 2009), raccolta diretta, con un totale di 21.664 milioni di euro (+ 7%), e raccolta indiretta, con una consistenza di 12.609 milioni di euro, stabile rispetto all’esercizio precedente.

Infine il patrimonio netto consolidato si determina in 2.003 milioni di euro rispetto a 1.927 milioni del 31 dicembre 2009, mentre il patrimonio di vigilanza è pari a 2.013 milioni di euro, a fronte di attività di rischio ponderate per 21.134 milioni, consistenza che assicura lo sviluppo operativo del Gruppo in condizioni di solidità patrimoniale.

Leggi il comunicato

Credito Valtellinese, quasi un milione di clienti a fine 2010 e tasso di fidelizzazione vicino al 93% ultima modifica: 2011-03-16T17:03:36+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: