Crif diventa azionista di maggioranza di High Mark Credit Information Services in India

Crif LogoHigh Mark Credit Information Services Pvt. Ltd. (High Mark), una delle principali società di informazioni creditizie autorizzate e regolate dalla Reserve Bank of India (Rbi), ha annunciato l’acquisizione della quota di maggioranza da parte di Crif, società specializzata nello sviluppo di sistemi di informazioni creditizie e nelle soluzioni software e di supporto decisionale. Nell’operazione Sbi Capital Markets Limited ha agito come financial advisor.

Crif, si legge in una nota, è stato un investitore strategico in High Mark e ha potuto aumentare la propria partecipazione azionaria in seguito al cambiamento regolamentare della Banca centrale indiana (Rbi) che ha permesso agli azionisti stranieri di arrivare a detenere una quota fino al 74% della società.

L‘esperienza maturata nella gestione di soluzioni di credit bureau in diversi Paesi di 4 continenti, oltre all’Italia, in Repubblica Ceca, Slovacchia, Russia, Giamaica, Marocco, Benin, Vietnam, Bangladesh, Tagikistan e Indonesia, ci dà la certezza di poter offrire vantaggi significativi sia ai richiedenti credito sia agli operatori finanziari. Da un lato, la disponibilità della storia creditizia consentirà ai cittadini e alle imprese indiani un accesso al credito più agevole e a condizioni più favorevoli; dall’altro, gli istituti finanziari membri del credit bureau potranno gestire al meglio la concessione dei finanziamenti ed evitare il rischio di sovraindebitamento da parte dei prenditori”, ha affermato Carlo Gherardi, presidente e amministratore delegato di Crif.

Dal 2011 High Mark è attiva in India come credit bureau dedicato al settore microfinance e gestisce il sistema con la più ampia copertura di informazioni sul microcredito. Oggi High Mark ha esteso la copertura anche ad altri segmenti di mercato e gestisce informazioni creditizie dalle aziende di credito locali, nello specifico banche e società finanziarie operanti nel credito al consumo e retail e nel credito alle micro, piccole e medie imprese.

Tra i molti istituti di credito che hanno sostenuto il progetto di High Mark si possono citare la State Bank of India, Punjab National Bank, Sidbi, Edelweiss, Shriram City Union Finance e Alpha, oltre ad un gruppo di istituti di microfinanza. Gli investitori istituzionali locali rimarranno come azionisti in High Mark.

Considerando l’elevato potenziale di crescita e l’importanza strategica del mercato creditizio in India siamo entusiasti di questa nuova opportunità per Crif. Valorizzando l’esperienza di High Mark e le comprovate competenze di Crif nello sviluppo di sistemi di informazioni creditizie su scala globale, riteniamo che il credit bureau giocherà un ruolo cruciale nella promozione di una più matura cultura del credito all’interno del sistema economico dell’India e nel sostegno ai bisogni finanziari di imprese e consumatori”, ha aggiunto Larry Howell, chairman di Crif International.

Negli ultimi tre anni – ha concluso Kalpana Pandey, amministratore delegato di High Mark – dopo aver ricevuto da Rbi la licenza, High Mark ha lavorato per costruire una solida base di business grazie anche ad importanti investimenti tecnologici e ad un grande dinamismo. L’esperienza di Crif nel settore, in particolare nei Paesi in via di sviluppo, darà nuovo slancio alla crescita del sistema di informazioni creditizie e metterà a disposizione dei nostri clienti competenze e capacità acquisite a livello internazionale”.

Crif diventa azionista di maggioranza di High Mark Credit Information Services in India ultima modifica: 2014-06-03T11:26:15+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: