Crif: domanda di prestiti: -5% a luglio

CRIFNel mese di luglio la domanda di prestiti da parte delle famiglie (nel suo aggregato di prestiti personali e prestiti finalizzati) ha fatto registrare un calo del -5% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Si tratta della quinta rilevazione mensile negativa, dopo il segno positivo registrato nei primi due mesi dell’anno.
Di seguito sono riportate – in tabella e in forma grafica – le variazioni rispetto allo stesso mese dell’anno precedente relative alle domande di prestiti raccolte dagli istituti di credito e contribuite in EURISC, il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF che raccoglie i dati relativi ad oltre 78 milioni di posizioni creditizie. I valori sono ponderati, cioè al netto dell’effetto prodotto dal differente numero di giorni lavorativi.
?PRESTITI
Var. % su anno precedente ponderata
(a parità di gg. lavorativi)?
?Totale 2008 ?-4%
?Totale 2009 ?-8%
Totale 2010? ?-3%
Totale 2011? ?-4%
Gennaio 2012? ?-15%
Febbraio 2012? ?-17%
Marzo 2012? ?-9%
Aprile 2012? ?-6%
Maggio 2012? ? 0%
?Giugno 2012 ?0%
?Luglio 2012 ?-4%
Agosto 2012? ?+1%
?Settembre 2012 ?+6%
?Ottobre 2012 ?-5%
Novembre 2012? ? -4%
Dicembre 2012? ?+5%
?Totale 2012 ?-4%
Gennaio 2013? ?+5%
Febbraio 2013? ? +4%
?Marzo 2013 ?-5%
Aprile 2013? ?-3%
?Maggio 2013 ?-6%
?Giugno 2013 ?-4%
Luglio 2013? ?-5%

Fonte: EURISC – Il Sistema CRIF di Informazioni Creditizie

Entrando maggiormente nel dettaglio, il grafico seguente mette a confronto l’andamento della domanda di prestiti personali e di prestiti finalizzati (sempre considerando i dati ponderati sui giorni lavorativi).

Nel mese di luglio 2013, l’importo medio delle richieste nel complesso dei prestiti personali più finalizzati si è assestato a 7.572 euro.
Scendendo più nel dettaglio, per i prestiti finalizzati l’importo medio è stato pari a 4.446 euro mentre per i prestiti personali la media è stato di 11.263 euro.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Crif: domanda di prestiti: -5% a luglio ultima modifica: 2013-08-27T15:50:02+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: