CRIF e Nomisma, credito alle microimprese: durata superiore a 5 anni +6,3%

A livello congiunturale, si registra una lieve ripresa dell’economia nazionale, comunque inferiore rispetto all’area Euro, ma le difficoltà riscontrate soprattutto dal lato occupazionale, condizionano consumi e investimenti, che rimangono lontani dai livelli pre-crisi,
Secondo le rilevazioni contenute nella sedicesima edizione dell’Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici, realizzato da CRIF Decision Solutions e Nomisma, solo il 25,3% dei POE ha effettuato investimenti nel corso del 2010, contro il 26,6% del 2009, ma il trend negativo degli ultimi anni si sta progressivamente attenuando (i POE investitori erano stati il 35,4% nel 2007 e il 28,7% nel 2008).

Segnali positivi, invece, riguardano l’aumento dei POE che prevedono di effettuare investimenti nel corso del 2011, che passano dal 24,5% al 25,6%, per la prima volta in aumento dopo il costante calo degli anni passati nonché la diminuzione della quota di microimprese indecise (che passano dal 14,9% del 2009 all’11,6% del 2010).

Fonte: Osservatorio CRIF Decision Solutions-Nomisma sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici vol.16

Il calo degli investimenti effettuati dai POE nel 2010 si lega nella percezione dei microimprenditori alla generale contrazione della domanda e al quadro economico negativo. Secondo il 67% dei POE, infatti, il principale ostacolo alla crescita deriva da una generalizzata diminuzione della domanda, che dipende primariamente dalla condizione economica nazionale, e dall’andamento negativo del settore nel quale le imprese operano,mentre l’ingresso nel mercato di nuovi concorrenti è percepito come ostacolo secondario.

Il credito alle microimprese: impieghi e rischiosità del mercato
Sul fronte del credito bancario, gli impieghi erogati alle imprese nei primi sei mesi del 2010 hanno continuato a mostrare un certo rallentamento, con valori prossimi allo zero (-0,3%). Dallo studio CRIF Decision Solutions-Nomisma emerge però una situazione divergente: gli impieghi delle imprese individuali sono in crescita (+5,2% a giugno 2010) rispetto al dato di dicembre 2009, mentre quelli delle società non finanziarie fanno registrare un valore negativo, seppur in lieve miglioramento (-0,9% a giugno 2010) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel dettaglio, i crediti con durata superiore a 5 anni si attestano su valori positivi e prossimi al 6,3%, mentre presentano un trend in netto peggioramento, seppur in lieve crescita rispetto al semestre precedente, quelli con durata inferiore a un anno (da -0,04 a -5,49% nell’arco di un anno) e compresa tra 1 e 5 anni (-7,47%).
In compenso, cominciano ad essere rilevati i primi segnali di miglioramento sul fronte della qualità del credito concesso alle microimprese rispetto al deciso deterioramento che emergeva a fine 2009 e nel primo trimestre 2010 – anche se gli effetti negativi della crisi non hanno ancora esaurito i propri impatti sugli indici di rischiosità. Infatti, se l’andamento dei tassi di insolvenza, sia lievi (1 o 2 rate insolute) che gravi (da 3 a 5 rate insolute), è rimasto costante rispetto al 2009, i tassi di sofferenza (almeno 6 rate scadute e non pagate) risultavano in crescita di quasi 2 punti percentuali, raggiungendo a settembre 2010 quasi il 9%.
I tassi di decadimento (default), che misurano le nuove posizioni in sofferenza, si sono invece stabilizzati durante l’arco del 2010, con un lieve miglioramento alla fine del III trimestre, attestandosi a anno settembre 2010 intorno al 4% per quelli a 180 giorni, e al 4,83% per quelli a 90 giorni. Quest’ultimo dato potrebbe essere il preludio a un’inversione di tendenza nell’andamento degli indici di rischio di credito delle microimprese.

Il rischio di credito dei POE: indicatori statici (sofferenza, insolvenza grave e insolvenza leggera)


CRIF e Nomisma, credito alle microimprese: durata superiore a 5 anni +6,3% ultima modifica: 2011-02-05T13:49:47+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: