Crif, il barometro dei prestiti: -4% nei primi 9 mesi del 2010

Nel mese di settembre da poco concluso la domanda di prestiti da parte delle famiglie italiane (nel suo aggregato di prestiti personali e prestiti finalizzati) torna nuovamente a calare rispetto al corrispondente periodo 2009, segnando un -1% a parità di giorni lavorativi.

{jcomments on}Complessivamente, la richiesta di prestiti, sempre nell’aggregato di personali e finalizzati, al termine del terzo trimestre dell’anno fa così registrare un -4% rispetto ai volumi dello stesso periodo 2009, che a sua volta aveva fatto registrare un -9% nei confronti del 2008.

Di seguito sono riportati i dati di dettaglio della domanda di prestiti rilevata su EURISC, il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF che raccoglie i dati relativi ad oltre 75 milioni di posizioni creditizie.

Le variazioni rispetto allo stesso mese dell’anno precedente sono indicate sia in valore assoluto sia ponderate, cioè al netto dell’effetto prodotto dal differente numero di giorni lavorativi.

PRESTITI

Var. % su anno precedente

Giorni lavorativi: differenza su anno precedente

Var. % su anno precedente ponderata
(a parità di gg. lavorativi)

Totale 2008

-3%

0

-4%

Totale 2009

-5%

1

-5%

Gennaio 2010

-8%

-1

-3%

Febbraio 2010

-7%

0

-7%

Marzo 2010

-4%

1

-9%

Aprile 2010

-3%

0

-3%

Maggio 2010

0%

1

-5%

Giugno 2010

-4%

0

-4%

Luglio 2010

-8%

-1

-4%

Agosto 2010

5%

1

0%

Settembre’10

-1%

0

-1%

Fonte: EURISC – Il Sistema CRIF di Informazioni Creditizie

L’andamento in forma grafica da gennaio 2009 consente di meglio comprenderne le variazioni della domanda.

Fonte: EURISC – Il Sistema CRIF di Informazioni Creditizie

Entrambe le tipologie di prestiti a settembre 2010 hanno segnato un calo di un punto percentuale rispetto mese di agosto 2010, anche se i prestiti finalizzati continuano ad essere in territorio positivo, mentre i prestiti personali mantengono un segno negativo (rispettivamente +2% e -4% ponderato sui giorni lavorativi rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente).

Il grafico seguente mette a confronto l’andamento della domanda di prestiti personali e di prestiti finalizzati a partire da gennaio 2009 (dati ponderati sul numero dei giorni lavorativi).

Fonte: EURISC – Il Sistema CRIF di Informazioni Creditizie

Per quanto riguarda le classi di durata del prestito richiesto, continua la crescita la quota di domanda nelle classi di più breve durata (fino a 3 anni), per effetto principalmente dei prestiti finalizzati.

Analizzando la distribuzione complessiva delle richieste di prestiti nell’aggregato personali più finalizzati in base alla durata, dal Barometro CRIF si evince come nei primi nove mesi del 2010 rimanga fondamentalmente stabile rispetto al medesimo periodo 2009.

Andamento delle domande di prestiti (personali + finalizzati) per durata

Primi 9 mesi 2009

Primi 9 mesi 2010

fino a 12 mesi

16,64%

16,84%

da 12 a 18 mesi

4,87%

4,89%

da 18 a 24 mesi

11,54%

12,47%

da 24 a 36 mesi

15,70%

16,17%

da 36 a 48 mesi

12,50%

11,91%

da 48 a 60 mesi

17,29%

16,32%

oltre 60 mesi

21,45%

21,40%

100,00%

100,00%

Fonte: EURISC – Il Sistema CRIF di Informazioni Creditizie

La distribuzione per classi di importo richiesto, invece, conferma il trend della domanda di prestiti finalizzati verso i ticket più bassi (sotto i 5.000 euro), classe in cui si concentra oltre il 63% della domanda di prestiti finalizzati. L’importo medio dei prestiti finalizzati continua ad essere più basso rispetto ai mesi precedenti, anche in leggera ripresa se confrontato con il mese precedente (Agosto 2010). L’importo medio calcolato sui primi nove mesi dell’anno è stato pari a 5.700 euro, contro i 6.300 dello stesso periodo del 2009.

Fonte: EURISC – Il Sistema CRIF di Informazioni Creditizie

Al contrario, per i prestiti personali continua lo spostamento verso i ticket di importo più elevato (sopra i 5.000 euro) anche se con ritmi di crescita più contenuti rispetto al 2009. L’importo medio in richiesta calcolato sui primi nove mesi dell’anno è di poco superiore ai 12.400 euro, superando di soli 43 euro l’importo medio calcolato sul pari periodo del 2009.

Fonte: EURISC – Il Sistema CRIF di Informazioni Creditizie

Crif, il barometro dei prestiti: -4% nei primi 9 mesi del 2010 ultima modifica: 2010-10-28T12:58:09+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: