Crif, il barometro della domanda dei mutui di Settembre

Sempre in crescita la domanda di mutuo per fasce di importo più basse (al di sotto dei 75.000 euro) e tornano a ridursi le durate medie (crescono maggiormente le richieste di mutuo con durata superiore ai 25 anni). Queste considerazioni su importi e durate di domande di mutuo sono probabilmente la conferma della presenza di una componente non irrilevante di richieste di sostituzione o surrogazione di mutui già esistenti.

 

Di seguito sono riportati i dati di dettaglio a settembre 2009 della domanda di mutui rilevata su EURISC, il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF che raccoglie i dati relativi ad oltre 70 milioni di linee di credito (cioè la gran parte dei finanziamenti erogati al mercato retail).

Le variazioni rispetto allo stesso mese dell’anno precedente sono indicate sia a valori assoluti sia ponderate, cioè al netto dell’effetto prodotto dal differente numero di giorni lavorativi.

MUTUI

Var. % su anno precedente

Giorni lavorativi: differenza su anno precedente

Var. % su anno precedente ponderata
(a parità di gg. lavorativi)

Totale 2008

-4%

0

-4%

Gennaio 2009

-15%

-2

-7%

Febbraio 2009

-3%

-1

2%

Marzo 2009

21%

+2

10%

Aprile 2009

4%

0

4%

Maggio 2009

8%

-1

13%

Giugno 2009

8%

+1

2%

Luglio 2009

2%

0

2%

Agosto 2009

15%

+1

9%

Settembre 2009

8%

0

8%

Fonte: EURISC – Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Sembra quindi che il picco negativo della crisi possa considerarsi definitivamente alle spalle, dopo che la domanda di mutui registrata in tutti i mesi del 2009, eccezion fatta per il mese di gennaio, ha continuato a confermare l’inversione di tendenza rispetto ai corrispondenti mesi del 2008.

L’andamento grafico della domanda di mutui degli ultimi 12 mesi esplicita ulteriormente l’inversione di tendenza:


L’uscita dal tunnel e il ritorno della fiducia trova ulteriore riscontro nell’analisi aggregata della domanda nei primi 9 mesi dell’anno, in cui la crescita è stata complessivamente pari al 5%: non siamo ancora ai valori a doppia cifra di crescita del 2007 rispetto al pari periodo del 2006, ma comunque ormai lontani dallo scivolone fatto registrare lo scorso anno, quando a settembre la domanda dei primi nove mesi era calata complessivamente del 3% rispetto allo stesso periodo del 2007.

DOMANDA DI MUTUI (numero di richieste) – primi nove mesi dell’anno – a parità di giorni lavorativi

MUTUI

Var. % 2009 su 2008

Var. % 2008 su 2007

Var. % 2007 su 2006

Gennaio-Settembre

5%

-3%

11


I principali driver di crescita della domanda dei mutui sono da ricercarsi, oltre che nel contributo dato dalla quota parte di mutui rinegoziati, nell’abbassamento dei tassi di interesse, nel contribuito dato anche dalla percezione da parte degli italiani dell’acquisto della casa come investimento (e non come spesa) e da una rinnovata maturità e fiducia tra mutuatori e mutuatari. A questo ci pare di poter aggiungere, oltre all’aggiustamento verso il basso dei prezzi degli immobili per adeguarli al periodo di “magra”, una lenta ma graduale crescita della fiducia degli italiani, fiducia sul fatto che il peggio è ormai passato.

Crif, il barometro della domanda dei mutui di Settembre ultima modifica: 2009-10-29T22:01:29+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: