Cybersecurity, la guida di N26 per difendersi dalle minacce informatiche

N26 LogoIn occasione del mese europeo della sicurezza informatica e dell’educazione finanziaria, la mobile bank N26 ha presentato oggi una guida completa alla cybersecurity per promuovere la consapevolezza delle minacce informatiche che riguardano i servizi di digital banking e per aiutare gli utenti a proteggere le proprie operazioni bancarie online. La guida risponde alle esigenze di sicurezza di un numero crescente di consumatori, che sempre più si affidano ai servizi online per risparmiare tempo e non doversi recare fisicamente in filiale.

Secondo una recente indagine globale di N26 su un campione di 10.000 persone, un consumatore su tre ha, infatti, aumentato il proprio utilizzo dei servizi di online e mobile banking rispetto a prima dell’emergenza sanitaria. Inoltre, è stato riscontrato un crescente interesse per lo shopping digitale: i clienti di N26 spendono online il 20% in più rispetto a prima della pandemia, con un aumento più marcato nella fascia di età 50+, dove la crescita ha raggiunto quasi il 30%.

I criminali informatici hanno rapidamente reagito alle nuove abitudini di consumo, adattando le proprie strategie fraudolente per ingannare gli ignari utenti: è stato, infatti, dimostrato che gli attacchi di phishing correlati al Coronavirus sono aumentati del 667% nel mese di marzo – precisa un comunicato dell’istituto di credito -. In qualità di leader nel digital banking, N26 investe molto sia in cybersecurity e nel contrasto delle frodi online, sia nell’educazione finanziaria e con questa iniziativa di formazione intende offrire informazioni utili, consigli e opinioni degli esperti ai consumatori, per aiutarli a proteggersi dalle minacce informatiche”.

Di seguito i 10 principali consigli da seguire per assicurarsi di non cadere vittima dei cyber criminali:

  1. Tieni la tua app N26 e il sistema operativo del tuo cellulare sempre aggiornati in modo da evitare che possano verificarsi bug;
  2. Utilizza metodi di autenticazione biometrici come la scansione dell’impronta digitale o il riconoscimento facciale per effettuare l’accesso;
  3. Crea delle password complesse contenenti lettere, numeri e simboli ed evita di usare la stessa password per accedere a diversi conti;
  4. Non pubblicare mai informazioni personali sensibili online o sui social network;
  5. Fai attenzione quando utilizzi una rete WiFi pubblica o una connessione condivisa e scegli sempre connessioni WPA2 sicure invece di connessioni WEP.
  6. Prediligi fornitori di servizi email con filtri per la sicurezza e per lo spam e che dispongono di un sistema di autenticazione a due fattori;
  7. Stai in guardia di fronte a offerte troppo belle per essere vere: probabilmente è proprio così!
  8. Effettua acquisti solo presso siti web affidabili di venditori riconosciuti;
  9. Assicurati che i siti web siano sicuri, controlla che ci sia il simbolo di un lucchetto accanto all’URL e verifica le credenziali con un semplice clic;
  10. Consenti la geolocalizzazione sulla tua app N26, che permette di individuare transazioni irregolari non effettuate da te.

“Negli ultimi mesi, abbiamo visto sempre più nuovi clienti rivolgersi a servizi di digital banking, anche tra quella parte di popolazione che non è nativa digitale. Per noi di N26 è quindi fondamentale investire in iniziative di formazione per accrescere la consapevolezza dei rischi informatici e dell’importanza di proteggere le proprie operazioni bancarie online. Il nostro obiettivo è permettere a tutti i nostri clienti, indipendentemente dal loro background, di sentirsi protetti e di sapere che il proprio denaro è al sicuro”, ha dichiarato Andrea Isola, general manager Italy e South East Europe di N26.

È possibile scaricare la guida completa di N26 per gestire le finanze online in sicurezza.