Da Gruppo Iccrea e Bei 200 mln di euro per le pmi

68

Gruppo bancario Iccrea Iccrea BancaA pochi giorni dall’emissione inaugurale del prestito subordinato Tier II da 400 milioni di euro da parte di Iccrea Banca, il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea torna sul mercato dei capitali con un’operazione di cartolarizzazione di crediti commerciali performing denominata Credico Finance 18. L’iniziativa è dedicata a sostenere i progetti di sviluppo delle pmi clienti delle banche del gruppo che hanno partecipato all’operazione, in totale 14. In particolare, si tratta di una cessione di crediti commerciali performing, concessi alle pmi clienti delle banche partecipanti, che ha permesso al Gruppo Iccrea di beneficiare dei fondi messi a disposizione dalla Banca europea per gli investimenti.

Le 13 bcc coinvolte, insieme a Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia, la banca corporate regionale del Gruppo Iccrea, potranno così approvvigionarsi di nuova liquidità, pari a 290 milioni di euro e di cui 200 milioni ad un costo del funding agevolato, migliorando così la propria azione commerciale sul territorio mediante l’offerta di finanziamenti a tassi agevolati verso le pmi, e favorendo lo sviluppo e l’occupazione nei settori dell’agricoltura, dell’imprenditoria femminile e delle energie rinnovabili.

Questa nuova operazione è per noi motivo di ulteriore soddisfazione, dopo l’emissione della settimana scorsa in quanto coniuga la vocazione delle Banche di Credito Cooperativo nel supportare e valorizzare il tessuto imprenditoriale dei propri territori con la capacità del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea di accedere al mercato dei capitali e di essere interlocutore apprezzato dagli investitori e da realtà sovranazionali come, in questo caso, la Banca europea per gli investimenti”, ha commentato Mauro Pastore, direttore generale di Iccrea Banca.

Iccrea Banca mostra, anche con tale operazione, di saper cogliere le opportunità offerte dai mercati interpretando così lo spirito del nuovo Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea che, pur rimanendo attento alle esigenze del territorio attraverso l’impegno e la professionalità delle sue BCC, guarda con interesse e capacità all’intero sistema economico finanziario nazionale ed internazionale”, ha aggiunto Giovanni Boccuzzi, vicedirettore generale vicario di Iccrea Banca.

Nel merito della strutturazione dell’operazione, i crediti commerciali performing sono stati ceduti ad un veicolo di cartolarizzazione che, contestualmente, ha provveduto ad emettere due classi di titoli Senior (A1 e A2) e titoli Junior. I titoli Senior sono dotati di rating Aa3 per l’Agenzia Moody’s, AAA per DBRS e AAA per Scope Ratings e quotati presso il mercato regolamentato Euronext di Dublino, mentre i titoli Junior, per un importo complessivo pari a 229,43 milioni, sono privi di rating e non sono stati quotati.

La Classe A1 dei titoli Senior, per un importo pari ad 90 milioni di euro, è stata collocata sul mercato, mentre la Classe A2, per un importo pari a 200 milioni di euro, è stata sottoscritta dalla Banca Europea degli Investimenti. I titoli Junior sono stati sottoscritti da ciascuna Banca in proporzione al portafoglio ceduto.

Le Banche partecipanti si sono impegnate a erogare la liquidità riveniente dalla sottoscrizione del titolo Senior di Classe A2 da parte della BEI, con finanziamenti a favore delle PMI entro 24 mesi dalla data di emissione delle notes in misura corrispondente al 100% di detta liquidità a condizioni di finanziamento agevolate, e ad un ulteriore 100% a condizioni di finanziamento ordinarie.

L’operazione, che è stata gestita attraverso la funzione Finanza di Gruppo, affidata alla responsabilità del direttore centrale Andrea Torri, è stata strutturata da Iccrea Banca in qualità di sole arranger e operating bank, con il supporto di Société Générale che ha assunto il ruolo di co-arranger dell’operazione.