I componenti dell’Arbitro Bancario Finanziario di competenza della Banca d’Italia

Sono stati designati i seguenti nominativi:

 

1) Collegio di Milano

Prof. avv. Antonio Gambaro – Presidente
Prof. Antonella Sciarrone Alibrandi – membro effettivo
Prof. avv. Emanuele Lucchini Guastalla – membro effettivo

Prof. Cristiana Maria Schena – membro supplente
Avv. Maria Elisabetta Contino – membro supplente
Avv. Valentina Piccinini – membro supplente

2) Collegio di Roma

Dott. Giuseppe Marziale – Presidente
Avv. Bruno De Carolis – membro effettivo
Prof.avv. Giuliana Scognamiglio – membro effettivo

Dott.ssa Claudia Rossi – membro supplente
Avv. Alessandro Leproux – membro supplente
Dott. comm. Girolamo Fabio Porta – membro supplente

3) Collegio di Napoli

Prof. avv. Enrico Quadri – Presidente
Dott. comm. Leopoldo Varriale – membro effettivo
Prof. avv. Ferruccio Auletta – membro effettivo

Dott. comm. Antonio Nigrelli – membro supplente
Dott. comm. Domenico Posca – membro supplente
Avv. Leonardo Patroni Griffi – membro supplente

Le designazioni sono state effettuate – così come previsto dalla Delibera del CICR n. 275 del 29 luglio 2008 e dalle Disposizioni sull’ABF emanate dalla Banca d’Italia il 18 giugno 2009 – tra docenti universitari in discipline giuridiche o economiche, professionisti iscritti ad albi professionali nelle medesime materie con anzianità di iscrizione di almeno dodici anni, magistrati in quiescenza, altri soggetti in possesso di una significativa e comprovata competenza in materia bancaria e finanziaria o di tutela dei consumatori.

La selezione delle candidature pervenute all’Istituto è avvenuta sulla base dei requisiti di professionalità, integrità e indipendenza previsti dalle norme citate. E’ stato verificato che i candidati nel biennio precedente non avessero ricoperto cariche sociali o svolto attività di lavoro subordinato ovvero di lavoro autonomo avente carattere di collaborazione coordinata e continuativa presso gli intermediari e le loro associazioni o presso le associazioni dei consumatori o delle altre categorie di clienti. Con riguardo ai requisiti di professionalità, sono state, in particolare, considerate l’attività di docenza e le pubblicazioni in discipline giuridiche ed economiche nonché specifiche esperienze maturate nel settore finanziario (in procedure di gestione di crisi aziendali, presso autorità di vigilanza, come revisori contabili e consulenti) e nel campo dell’arbitrato e della conciliazione. In considerazione della necessità di garantire un impegno attivo e costante dei componenti dell’Organo decidente si è tenuto conto, tra l’altro, del numero e della tipologia di altri incarichi già ricoperti, dell’età anagrafica nonché della prossimità del luogo di residenza o domicilio con la sede del Collegio.

La Banca d’Italia, non appena saranno completate anche le designazioni dei nominativi espressi dalle associazioni rappresentative dei clienti e degli intermediari, procederà alla nomina dei componenti dei Collegi di Milano, Roma e Napoli dell’ABF. Il provvedimento di nomina verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sul sito della Banca d’Italia.

Vis:131

I componenti dell’Arbitro Bancario Finanziario di competenza della Banca d’Italia ultima modifica: 2009-09-03T10:11:57+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: