Digifin Retail e Avvera, perfezionata la prima pratica di cessione del quinto basata sullo Spid

Digifin | SimplyBizTre giorni, tre ore e tre minuti. Sono questi ormai i tempi di erogazione per una cessione del quinto. Ieri è stata portata a termine per la prima volta una richiesta di finanziamento in soli 3 giorni con la procedura di vendita a distanza tramite identificazione Spid (sistema pubblico di identità digitale). Si tratta di un grande passo nel futuro, che dimostra come la tecnologia, in modo sempre più incalzante, può modificare, anche nel settore della mediazione creditizia, il modo di lavorare e di gestire le diverse attività.

“In linea con la strategia di digitalizzazione da tempo avviata, con il nuovo strumento   AvveraAdesso siamo pronti a rafforzare la nostra posizione di mercato – spiega Giovanni De Vivo,  direttore commerciale e fondatore della Digifin Retail -.  Siamo soddisfatti di questo risultato: la possibilità di raggiungere un cliente in tutta Italia e di poter completare tutta la procedura relativa al finanziamento ci consente di guardare con serenità al futuro in un contesto carattarizzato da rapidi e continui cambiamenti”.

Il sistema AvveraAdesso è fortemente collegato alla politica aziendale di rafforzamento degli strumenti di vendita a distanza e rappresenta un passo avanti rispetto alla normale procedura che prevede il videoriconoscimento del cliente. Il sistema Spid consente infatti di acquisire i dati personali del cliente tramite identità digitale Spid o Eidas con un tempo medio previsto di soli 2 minuti. Il riconoscimento tramite Spid si aggiunge al già citato videoriconoscimento e al sistema di riconoscimento Cieid (Carta d’identità elettronica) per il completamento del quale (tempo medio 3 minuti) è comunque necessario un codice Pin ed un lettore Nfc.

“Un particolare ringraziamento – continua De Vivo – va a tutte le persone che ci hanno permesso questa accelerata verso il futuro, dalla nostra Avvera, che continua a supportarci costantemente e a investire in nuove tecnologie, a tutto il nostro gruppo digital, commerciale e di back-office che ha adeguato molto velocemente i processi”.