Donne e impresa, 25 e 26 febbraio Women 2027: il punto su programmazione europea e opportunità di networking

Far conoscere alle donne le occasioni della programmazione europea 2021-2017 e far il punto sul ruolo delle donne nel mondo imprenditoriale, sui loro modelli di business e sulle opportunità di fare networking. Sono gli obiettivi della seconda edizione di Women 2027, che si terrà in virtual venue il 25 e 26 febbraio prossimi ed è organizzata da Donne si fa storia in collaborazione con le Unioni camerali di Lombardia, Veneto, Piemonte e Unioncamere nazionale.

L’iniziativa vuole fornire un contributo concreto, qualitativo, collaborativo e di orientamento alle aziende, con particolare attenzione a quelle al femminile, rispetto agli indirizzi strategici europei.

Il programma di giovedì 25 febbraio (14 – 18)

La tavola rotonda di giovedì 25 febbraio prenderà il via alle 14 e prevede il dialogo tra le europarlamentari Eleonora Evi (Gruppo Verdi Europei), Alessandra Moretti (Gruppo Alleanza Progressisti, Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo), Isabella Tovaglieri (Gruppo Identità e Democrazia), l’onorevole Giuseppina Versace (Camera Deputati) e 100 imprenditrici di alto profilo da tutta Italia sui temi chiave per il prossimo futuro delle imprese al femminile, tra nuovo bilancio Eu 2021-2027 e strumenti straordinari come Next Generation Eu. 

Emanuela Zilio (co-curatrice Donne Si Fa Storia) presenterà i progetti e le azioni nate a seguito della prima edizione di Women (novembre 2019) e introdurrà l’innovativo consorzio d’imprese The W Place

Tiziana Pompei, vice segretario generale Unioncamere (Unioncamere Nazionale) condividerà i risultati della XII edizione del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, il road show virtuale organizzato insieme alle Camere di commercio e ai Comitati per l’imprenditoria femminile italiani nel 2020. Verrà fornito un quadro di sintesi della nuova Programmazione Eu. 

Women 2027 sarà l’occasione per fare domande, confrontarsi, conoscere dati, best case e storie di imprese e imprenditrici: sei di loro sono state selezionate per illustrare in una serie di sfidanti running pitch le loro proposte innovative per fronteggiare il periodo covid in azienda e quali le strategie messe in atto per affrontare le grandi sfide del nostro presente e prossimo futuro, dal cambiamento climatico al risparmio energetico, da un nuovo turismo ad un’agricoltura sostenibile. 

In linea con la necessità di nuovi sguardi, nuovi approcci, nuove politiche Women 2027 ospiterà Florinda Saieva, direttore generale del parco culturale e turistico contemporaneo Farm Cultural Park, che presenterà il format Prime Minister, pensato per formare le più piccole su cosa significhi intraprendere la professione di “politica”. 

Il programma di venerdì 26 febbraio (9 – 13)

Venerdì 26 febbraio sarà il momento dei tavoli operativi, in primis quello del ministero per lo Sviluppo Economico con un focus sulla strategia Cantiere pmi e la Legge di bilancio 2021 art.17 – Fondo a sostegno dell’imprenditoria femminile.
Due boosting superlab, Eu Project Academy e Fintech Lab, sono pensati per consentire alle imprenditrici di presentare le loro proposte progettuali: dieci progetti verranno selezionati e costituiranno i casi concreti sui quali confrontarsi con team esperti di progettazione europea e crowdfunding al fine di prepararsi per la candidatura formale. 

Tre le chiavi dei workshop che seguiranno: rigenerazione urbana partecipata, strumenti finanziari per gestire le grandi sfide aziendali legate ad energia e ambiente, nuovi modelli di business culturali. Francesca Passeri, director of public affairs European Crowdfunding Network, introdurrà una serie di casi concreti di rigenerazione urbana e crowdfunding civico su cui confrontarsi con le partecipanti. Andrea Grigoletto, direttore tecnico Fondazione Fenice, accompagnerà le imprenditrici verso la conoscenza dei nuovi strumenti finanziari per la green energy, le soluzioni bonus, gli strumenti di ingegneria finanziaria, le misure a fondo perduto, gli sgravi fiscali efficientamento energetico, i titoli di efficientamento energetico e i certificati verdi. Lucia Giuliano (Direttore Accademia Abadir), Federico De Giuli (Responsabile Ricerca e Sviluppo Abadir) e Alessandra Proto (Head of Oecd Trento Centre for Local Development) proporranno un focus sulla Heritage Innovation e le Imprese creative culturali tra welfare culturale e nuovi business model. 

Il manifesto strategico

Grazie a tutti i contributi e alle informazioni emerse nei due giorni di lavoro, Women 2027 #2 stilerà̀ un manifesto in dieci punti strategici con gli elementi considerati più importanti, urgenti e necessari. Il documento verrà consegnato alle Europarlamentari, alle Istituzioni e alle Imprenditrici. I dieci punti costituiranno veri e propri indicatori su cui confrontarsi e misurarsi rispetto ai risultati raggiunti nelle future edizioni di Women 2027

L’evento è gratuito e aperto al pubblico (green card gratuita, con iscrizione obbligatoria in allegato) per gli interventi previsti il 25 pomeriggio con le Europarlamentari, occasione per conoscere la nuova programmazione europea, dati, best case di imprenditrici innovative, e per l’intervento del Tavolo Mise previsto il 26 mattina con un focus sulla legge di Bilancio e il Fondo a sostegno dell’imprenditoria femminile. 

È a pagamento la sessione interattiva dedicata ai tavoli tematici quali la rigenerazione urbana e il crowdfunding civico, gli strumenti finanziari per la Green Energy e i nuovi modelli di business per le imprese culturali e creative. Si può verificare la disponibilità posti scrivendo a: [email protected]