Draghi: Basilea 3 avrà costi macroeconomici gestibili. E porterà stabilità al sistema

Nel rapporto sugli effetti di Basilea 3, preparato il 18 agosto dall’Fsb e dal Comitato di Basilea sulla supervisione bancaria (Bcbs), Draghi precisa che le nuove norme che prevedono standard di capitale e liquidità per le banche porteranno “benefici di lungo termine contribuendo alla stabilità del settore finanziario e ad una crescita più stabile” e ha aggiunto che l’analisi effettuata dimostra che “l’adozione dei nuovi standard, specialmente se accompagnata da una fase di graduali aggiustamenti, presenta costi macroeonomici gestibili”.

L’impatto sul Pil
Dallo studio risulta che l’introduzione di regole più stringenti sul capitale degli istituti determinerà effetti negativi sulla crescita molto contenuti: se il capitale tangibile delle banche dovesse essere aumentato dell’1% rispetto all’attivo ponderato per il rischio, si produrrebbe, a regime, un declino del Pil pari a circa lo 0,20%. “In termini di tassi di crescita annuali significa che l’impatto negativo sul Pil sarà pari allo 0,04% per i prossimi 4 anni e mezzo” precisa l’analisi.
Gli effetti dell’adozione delle nuove norme saranno ovviamente diversi a seconda della durata del periodo di implementazione. Più lungo è il periodo di adozione, minore è l’impatto negativo, “sebbene oltre i quattro anni, si notano poche differenze”. In ogni caso, precisa l’esame di Fsb e Comitato di Basileail Pil ritornerà al suo potenziale negli anni successivi all’adozione” di Basilea 3.

L’impatto sulla fiducia
Il presidente del Comitato di Basilea e governatore della banca centrale olandese, Nout Wellink ha sottolineato come i benefici delle nuove regole non si tradurranno solo in “un rafforzamento del sistema bancario sul lungo termine, ma produrranno maggiore fiducia sulla stabilità del sistema finanziario”.

Innalzamento del ratio di liquidità
Secondo lo studio, un aumento del 25% delle attività liquide genererebbe un impatto inferiore alla metà di quello causato dall’aumento dell’1% del patrimonio tangibile. Nei fatti, le banche trasferirebbero l’innalzamento dei costi sui debitori, determinando un rallentamento della spesa per investimenti.

I prossimi appuntamenti
Basilea 3 sarà uno dei punti all’ordine del giorno del prossimo G20, che avrà luogo a Seul nel mese novembre. Nei precedenti incontri era stata raggiunta un’intesa di massima sulla definizione di “capitale bancario”, dalla quale partire per fissare i nuovi requisiti di patrimonializzazione, liquidità e leva finanziaria. Se a novembre dovesse arrivare, come previsto, il via libera, gli accordi potranno poi essere ratificati dai singoli governi nazionali.

Draghi: Basilea 3 avrà costi macroeconomici gestibili. E porterà stabilità al sistema ultima modifica: 2010-08-19T07:50:58+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: