Entra in vigore il 23 maggio il regolamento recante norme in materia di intermediari finanziari contenuto nel decreto del Mef n.53 del 2 aprile

Fenafi LogoEntrerà in vigore il prossimo 23 maggio il regolamento recante norme in materia di intermediari finanziari contenuto nel decreto n.53 del 2 aprile del 2015, pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’8 maggio 2015. A sottolinearlo è stato il presidente della Fenafi, la Federazione nazionale delle società finanziarie, Santo Alfonso Martorano, che ha spiegato i dettagli della novità nel corso di un convegno svoltosi nei giorni scorsi a Roma e Reggio Calabria.

“Il decreto – ha sottolineato Martorano – attua gli articoli 106, comma 3, 112, comma 3, e 114 del decreto legislativo primo settembre 1993, n. 385, nonché l’articolo 7-ter, comma 1-bis, della legge 30 aprile 1999, n. 130. Nello specifico, all’art.2, disciplina l’attività di concessione di finanziamenti sotto qualsiasi forma si intende la concessione di crediti, identificandola in modo specifico, mentre l’articolo 3 spiega che questo tipo di attività si considera esercitata nei confronti del pubblico qualora sia svolta nei confronti di terzi con carattere di professionalità e disciplina in modo puntuale le eccezioni”.

Ma non è tutto. “Per quanto riguarda i confidi iscritti nell’elenco di cui all’art.112 T.u.b. – ha aggiunto il vicepresidente della Fenafi, Marco Limoncelli – i requisiti per l’iscrizione al nuovo albo sono regolamentati nell’articolo 4 del decreto, mentre l’articolo successivo riguarda la definizione dei servizi connessi o strumentali all’attività di garanzia collettiva dei fidi. Il decreto si occupa anche delle condizioni per l’esercizio dell’attività finanziaria da parte di intermediari esteri e di società cessionarie per la garanzia di obbligazioni bancarie”.

Leggi il testo del decreto

Entra in vigore il 23 maggio il regolamento recante norme in materia di intermediari finanziari contenuto nel decreto del Mef n.53 del 2 aprile ultima modifica: 2015-05-12T11:31:41+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: