Erogato mutui: crescita zero nel 2011, lieve aumento atteso solo nelle rinegoziazioni

Secondo numerose fonti ci si aspetta un incremento dei tassi di interesse fino all’1,25% entro la fine del prossimo anno, cosa che potrebbe avere un impatto positivo sui volumi delle rinegoziazioni.

Tuttavia le conseguenze non saranno immediate, infatti non saranno molti i mutuatari che opteranno immediatamente per una rinegoziazione dato che i tassi si alzeranno sì ma molto lentamente.

In più la manovra da 165 miliardi di sterline prevista da Bank of England Special Liquidity Scheme del 2011 finirà per frenare le erogazioni e così pure faranno le nuove regole sul capitale bancario di Basilea III mentre the Mortgage Market Review realizzato da FSA avrà l’effetto di spingere prima di tutto le banche a una maggior cautela.

Con criteri di erogazione più severi, le banche saranno prima di tutto orientate alla quadratura del proprio bilancio, per questo saranno davvero pochi i prodotti disponibili sul mercato con un LTV superiore al 90%. Nonostante però i criteri di erogazione così stringenti, esistono – pare – buone possibilità di un ritorno a prodotti con LTV pari al 95% durante il 2011.

Resta il fatto che qualcosa di nuovo è destinato ad accadere, ci sarà chi vuole comprare la prima casa, i giovani professionisti e le famiglie che, senza sufficienti capitali, vorranno traslocare e allo stesso tempo ci sarà la lotta tra i maggiori players del mercato creditizio e bancario che vorranno conquistare nuove fette di mercato. Ma si tratta di stimoli che non è detto portino realmente a una crescita.

E i prezzi degli immobili? È probabile che caleranno nella prima parte dell’anno per poi recuperare, almeno in parte, entro la fine del 2011.

Secondo le stime di Spicerhaart, società real estate che opera in tutta Europa, le erogazioni rimarranno nel 2011 molto contenute soprattutto perché molti eviteranno di contrarre un mutuo dato il clima di paura e di incertezza che ruota attorno al crescente costo della vita e al calo del reddito familiare.

Saranno soprattutto le confische ad aumentare, almeno un po’ durante il prossimo anno, si stima del 10-15%, da quando cioè cominceranno ad alzarsi i tassi di interesse e a seguito del fatto che molti hanno perso il lavoro.

Erogato mutui: crescita zero nel 2011, lieve aumento atteso solo nelle rinegoziazioni ultima modifica: 2010-12-22T11:24:31+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: