Eurofidi, in cassa integrazione 97 dei 500 dipendenti

Eurofidi LogoEurofidi ha deciso di collocare in cassa integrazione 97 dei suoi 500 dipendenti. Questa cassa integrazione in deroga riguarda nello specifico 32 lavoratori di Eurofidi (di cui 14 a “zero ore”), 24 della capogruppo Eurogroup (due a “zero ore”) e 41 della società di consulenza Eurocons (due a “zero ore”).

“Come tutto il sistema del credito, anche noi viviamo un momento di difficoltà legato ai maggiori accantonamenti necessari per tamponare l’aumento delle sofferenze”, ha dichiarato il presidente Massimo Nobili per giustificare l’accesso agli ammortizzatori sociali.

“In passato abbiamo raggiunto gli 1,5 miliardi di prestiti garantiti, ora l’obiettivo è di scendere a 1,3 inserendo alcuni vincoli per diminuire sofferenze e accantonamenti”, ha aggiunto Nobili, sottolinenado che “i dati di gennaio sono confortanti e mostrano un netto miglioramento rispetto alla fine del 2013. Non siamo in una situazione di gravissima precarietà, anche perché il nostro indice di solvibilità è all’8 per cento, quindi di due punti più elevato rispetto al minimo previsto dalle norme. Se vogliamo guardare avanti, però, l’aumento di capitale è utile”.

Eurofidi, in cassa integrazione 97 dei 500 dipendenti ultima modifica: 2014-03-18T11:02:23+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: