Fabi, dal 28 aprile al via il 121esimo consiglio nazionale

Fabi LogoDa martedì 5 maggio a lunedì 15 giugno l’ipotesi d’accordo sul contratto nazionale dei lavoratori bancari, siglata da Dircredito, Fabi, Fiba Cisl, Fisac Cgil, Sinfub, Ugl credito, Uilca e Unisin lo scorso 31 marzo, sarà sottoposta all’approvazione dei 309mila addetti di settore, durante le assemblee che si svolgeranno su tutto il territorio nazionale. Le consultazioni, informa una nota della Fabi, inizieranno nelle province del Nord e a Roma, dove più rilevante è la presenza dei lavoratori bancari, per estendersi poi nel resto d’Italia.

Il nuovo contratto, valido fino al 31 dicembre 2018, prevede un aumento medio di 85 euro a regime, mantenimento dell’attuale normativa sull’area contrattuale, rafforzamento degli ammortizzatori sociali di categoria, maggiori tutele per i lavoratori esternalizzati o licenziati, incentivi per l’occupazione giovanile e aumento del salario d’ingresso dei neoassunti.

Precederà l’avvio delle assemblee il 121esimo consiglio nazionale della Fabi, principale sindacato di categoria, indetto a Roma, presso l’Ergife Palace Hotel, dal 28 al 30 aprile, e che chiamerà a raccolta circa 2.000 dirigenti sindacali dell’organizzazione, con l’obiettivo di discutere dell’ipotesi d’accordo sul contratto nazionale, prima che questa venga presentata ai lavoratori.

Nella giornata di apertura del Consiglio, il 28 aprile, interverrà il ministro del Lavoro Giuliano Poletti. A seguire, è prevista una tavola rotonda dal titolo “Banche e fusioni: il contratto nazionale a difesa della categoria”, alla quale parteciperanno, tra gli altri, Alessandro Profumo, presidente del Casl e di Mps, Lando Maria Sileoni, segretario generale Fabi, Oscar Giannino, editorialista e Giulio Sapelli, economista.

Fabi, dal 28 aprile al via il 121esimo consiglio nazionale ultima modifica: 2015-04-23T16:34:28+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: