Fed, come previsto tassi invariati

Federal Reserve Fed

La sede della Fed a Washington

Come ampiamente previsto la Federal Reserve ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse allo 0,75-1%. Lo ha annunciato il Federal open market committee, il braccio di politica monetaria dell’istituto, alla fine della riunione dei giorni scorsi.

La “politica monetaria resta accomodante”, Ha evidenziato la Fed in un comunicato, con un’economia che “garantisce aumenti dei tassi graduali”. La banca centrale Usa ha aggiunto che il rallentamento della crescita nel primo trimestre è transitorio e che l’inflazione nell’arco di 12 mesi ruoterà intorno al 2%.

Dall’ultima riunione il Pil Usa è cresciuto a un ritmo dello 0,7 per cento nel primo trimestre, per via dei consumi deboli. L’aumento degli investimenti e la crescita dei salari al ritmo più veloce di un decennio, però, suggeriscono che l’attività sta prendendo slancio.

Nella riunione del 14 giugno si avrà contezza delle nuove proiezioni dei governatori sull’andamento dei tassi e si potrà valutare se qualcosa è cambiato nel loro orientamento.

L’ultima volta che la Fed ha alzato i tassi di interesse è stato nella riunione del 16 marzo: in quell’occasione l’aumento è stato di un quarto di punto. Il che aveva portato i tassi in una forchetta fra lo 0,75% e l’1%. Si è trattato, in questo caso, del primo aumento del 2017 e del terzo dal 2006.

Fed, come previsto tassi invariati ultima modifica: 2017-05-05T11:55:36+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: