Fed spaccata a metà sull’aumento dei tassi

Federal Reserve Fed

La sede della Fed a Washington

Il Fomc, Federal open market committee, braccio di politica monetaria della Federal reserve, è sempre più spaccato a metà. Da un parte ci sono i membri che ritengono che questo sia il momento adatto per continuare ad alzare i tassi. Dall’altra quelli che invece non avvertono l’esigenza di muoversi in fretta. Tra questi vi è James Bullard, presidente della Fed di St. Louis, che in un discorso alla Olin Business School della Washington University, ha spiegato di essere a favore della politica monetaria ultra accomodante degli Usa.

Il rischio che si assista a un surriscaldamento dell’economia statunitense a parere di Bullard è decisamente basso, dal momento che non si assiste a una grande variazione dell’inflazione, che anzi rimane secondo l’economista particolarmente contenuta.

“Non mi sembra che i prerequisiti necessari a un’inflazione più alta si siano finora materializzati”, ha sottolineato Bullard, facendo notare che gli effetti della politica fiscale che l’amministrazione Trump intende adottare inizieranno a manifestarsi non prima del 2018.

Articoli che potrebbero interessarti:

Fed spaccata a metà sull’aumento dei tassi ultima modifica: 2017-02-10T13:09:57+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA