Fed, Yellen: “Imprudente mantenere l’attuale politica fino a quando l’inflazione sarà al 2%”

Federal Reserve Fed

La sede della Fed a Washington

Le stime fatte dalla Fed sull’occupazione e l’inflazione potrebbero non essere corrette. Lo ha ammesso il presidente della Fed, Janet Yellen, spiegando che gli andamenti sul mercato del lavoro, sui salari e sulle pressioni inflazionistiche si sono spostati rispetto alle previsioni fatte dalla banca centrale statunitense.

Secondo Yellen in un momento di grande incertezza sull’inflazione come quello attuale l’aumento dei graduale dei tassi di interesse è la scelta di politica monetaria più corretta. “Sarebbe imprudente mantenere l’attuale politica fino a quando l’inflazione sarà al 2%”, ha dichiarato l’economista, sottolineando che la Fed dovrebbe anche fare attenzione a muoversi in modo eccessivamente graduale, visto che una politica monetaria accomodante per un periodo troppo lungo potrebbe avere effetti negativi sulla stabilità finanziaria, portando inoltre a un surriscaldamento del mercato del lavoro.

Tra i favorevoli a un rialzo immediato dei tassi c’è il presidente della Federal Reserve di Boston, Eric Rosengren. Per l’esperto un incremento del costo del denaro rappresenterebbe una “forma di garanzia” contro la possibilità di un’accelerazione eccessiva dell’economia statunitense.

Nel corso di un intervento durante l’incontro The Money Marketeers della New York University il banchiere ha dichiarato che i dati “indicano un’economia che rischia di spingersi oltre ciò che è sostenibile. Di conseguenza è mia opinione che la rimozione regolare e graduale dell’allentamento monetario sia opportuna”.

In ogni caso per quest’anno Rosengren non fa parte dei membri votanti del Fomc, il Federal open market committee, la commissione della Fed che si occupa di politiche monetarie.

Fed, Yellen: “Imprudente mantenere l’attuale politica fino a quando l’inflazione sarà al 2%” ultima modifica: 2017-10-01T17:38:00+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: