Federico Luchetti sul D.Lgs 141/2010: “Pronto il correttivo, ma senza stravolgimenti”

Lo scorso 22 giugno l’Hotel Cavalieri di Roma ha ospitato Leadership Forum 3° Summer Edition, il tradizionale appuntamento dedicato alla consulenza creditizia e immobiliare. Tra i relatori, Federico Luchetti – dirigente ufficio IV, direzione V, prevenzione dei reati finanziari, Ministero dell’economia e delle finanze – e intervenuto alla tavola rotonda La nuova Regolamentazione della Consulenza Creditizia italiana valutata anche nell’ambito del più ampio contesto Europeo.

Riportiamo una parte dell’intervento, a proposito del D.Lgs 141/2010, che verrà poi ripresi in maniera completa da SimplyBiz in uscita alla fine del mese di luglio. Federico Luchetti ha precisato, a proposito della nuova normativa, che verrà presto preparato un decreto correttivo “che però non andrà a stravolgere i punti fondanti del 141”: “Gli aggiustamenti – ha precisato Luchetti – nascono a seguito di riflessioni che ci hanno indotto a ritoccare la normativa sull’Organismo, a rivedere la figura del collaboratore e a disciplinare meglio la parte relativa ai promotori finanziari e ai broker assicurativi che intendono svolgere l’attività di agenti e mediatori in attività finanziaria. Le modifiche relative all’Organismo sono il risultato di un confronto tra Bankitalia e le associazioni, che in base alla normativa hanno indicato la rosa di nomi tra cui Banca d’Italia sceglierà i componenti dell’Organismo, prima di inviarli al Ministero dell’economia e delle finanze per l’emanazione del decreto”.

La figura del collaboratore nel 141 ha creato una serie di problematiche legate alla formula contrattuale: “Ci siamo ispirati al 1742 del C.C. e quindi al contratto di sub agenzia – ha specificato –: introduciamo la figura del collaboratore come subagente che potrà però essere solo una persona fisica”.

Infine i promotori e broker assicurativi: “Ci siamo resi conto che con l’attuale quadro normativo – ha concluso Luchetti – sarebbero sorti problemi: infatti il broker assicurativo può essere sia persona giuridica sia persona fisica. L’intervento è finalizzato a ricondurre questi soggetti nella disciplina degli agenti e mediatori: l’agente assicurativo potrà quindi iscriversi nell’albo degli agenti in attività finanziaria ma dovrà possederne i requisiti previsti. Ancora al vaglio, invece, la possibilità di far svolgere agli agenti assicurativi la prova valutativa. Per quanto riguarda i broker, anch’essi potranno iscriversi all’albo dei mediatori in attività finanziaria soggiacendo però alla disciplina di settore”.

Federico Luchetti sul D.Lgs 141/2010: “Pronto il correttivo, ma senza stravolgimenti” ultima modifica: 2011-07-05T07:38:05+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: