Fiaip condivide la scelta del Governo di non introdurre una patrimoniale nella manovra

In un comunicato diffuso da Fiaip, la Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali esprime “piena soddisfazione per la decisione del Governo di non introdurre una tassa patrimoniale nella manovra, così come proposto da varie parti politiche”.

 

“Una scelta – ha affermato il presidente nazionale Fiaip Paolo Righiche ha dato sicurezza al mercato del real estate. I risultati sono già arrivati, visti gli aumenti di ieri, degli indici di tutte le società immobiliari quotate a Piazza Affari. Confido che nelle prossime ore l’Esecutivo non valuti utile coprirele risorse mancanti con nuove imposizioni sugli immobili, anche una tantum”.

Fiaip auspica che al Senato possano essere approvati gli emendamenti presentati dal senatore Cosimo Latronico al DDL n. 2887 di conversione del DL n. 13 agosto 2011 n. 138. “Chiediamo – ha puntualizzato  Righi – l’approvazione degli emendamenti presentati in Commissione Bilancio dal senatore Latronico, a costo zero sulle casse dello Stato, che fanno chiarezza in merito alle categorie già liberalizzate con il recepimento della Direttiva Bolkestein”.

Fiaip condivide la scelta del Governo di non introdurre una patrimoniale nella manovra ultima modifica: 2011-09-01T13:47:23+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: