Fiaip: fiscalità immobiliare, le proposte per la legge di Bilancio 2022

Fiaip LogoIntroduzione della deducibilità dell’Imu nell’anno successivo al relativo versamento, anche per le persone fisiche e relativamente agli immobili destinati ad uso abitativo, e cedolare secca sul reddito da locazione di immobili ad uso commerciale. Sono le due proposte che la Federazione italiana agenti immobiliari professionali (Fiaip) proporrà a Governo e al Parlamento in vista dell’approvazione della legge di Bilancio 2022.

Come Fiaip apprezziamo gli intendimenti del premier Draghi, che è di tipo espansivo, circa 30 miliardi e una riduzione delle tasse di circa 8 miliardi oltre i 4 tra sconto in bolletta e incentivi per le imprese – ha dichiarato il presidente di Fiaip Gian Battista Baccarini -. Però riteniamo che non ci sia per ora una grande attenzione alla fiscalità in ambito immobiliare, quindi dal p di v dell’ambito abitativo e residenziale proporremo per questa legge di bilancio l’introduzione della deducibilità dell’Imu anche per le persone fisiche e per le abitazioni. Questo comporterà un sicuro introito per le amministrazioni comunali per l’erogazione di servizi alla collettività ma nello stesso tempo un recupero successivo da parte del cittadino nell’ambito della propria dichiarazione dei redditi. Invece per quanto riguarda il non residenziale e quindi il terziario commerciale proponiamo l’introduzione strutturale della cedolare secca al 21% per tutti i contratti di locazione per uso diverso dall’abitativo, visto che questo comparto è stato particolarmente colpito dalla pandemia rispetto al residenziale. Due misure che riteniamo possano dare una spinta alla vitalità e alla dinamicità del mercato immobiliare e quindi all’economia nazionale”.