Fiaip, Righi: “Il governo Monti ha penalizzato chi ha investito nella casa”

“Da più di un anno e mezzo l’allontanamento degli investitori dal mattone è stato scoraggiato nettamente dal governo Monti a favore dell’investimento in prodotti finanziari. Le tasse sulla casa sono aumentate e hanno penalizzato oltre che gli scambi immobiliari,  il ceto medio e i piccoli risparmiatori”. Con queste parole Paolo Righi, presidente nazionale Fiaip, ha commentato i recenti report trimestrali dell’Agenzia del Territorio e di Nomisma intervenendo oggi alla trasmissione di Radio24.

“Per la Fiaip – ha spiegato Righi – la casa rimane sempre un bene primario per le famiglie italiane; le variabili, dettate dalle incertezze fiscali, hanno penalizzato  il mercato immobiliare ed incidono ancora oggi sulla domanda potenziale  che  ha visto una forte frenata per il mercato residenziale, in particolar modo,  per le seconde e terze case. è la drammatica incertezza fiscale e la confusione che regna nel settore dopo l’introduzione dell’Imu, oltre al clima creato dal governo Monti che ha  paventato anche una patrimoniale ed ha influito, per parte sua,  sulla contrazione degli scambi immobiliari negli ultimi trimestri.  Spread o non spread siamo oggi al quinto anno di calo consecutivo delle transazioni immobiliari, con numeri ben lontani dalle compravendite del 2006. Persino il premier Monti e il ministro Fornero hanno fatto uno spot agli investimenti finanziari sostenendo, pubblicamente, come oggi,  non sia un buon momento per acquistare casa”.

Il presidente nazionale della Fiaip ha infine sostenuto che in Italia una bolla immobiliare è impossibile: “Non siamo in Spagna e acquistare casa, in questo momento, conviene e si possono fare ottimi affari entrando in agenzia”.

Rispondendo a un radioascoltatore Righi ha poi dichiarato: “L’acquisto immobiliare nel nostro Paese non è mai stato un investimento di breve periodo ma, si configura sempre, più come un investimento di medio-lungo termine, volto a tutelare sempre i risparmi delle famiglie”. Concludendo l’intervento radiofonico e parlando dell’ annosa problematica dell’acceso al credito, per chi vuole acquistare casa, ha poi puntualizzato: “Non bisogna fermarsi mai alla propria banca nella richiesta di erogazione dei mutui bancari, ma è necessario confrontarsi con vari istituti di credito e con più offerte di credito immobiliare”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Fiaip, Righi: “Il governo Monti ha penalizzato chi ha investito nella casa” ultima modifica: 2012-11-22T18:21:07+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: