Fideuram acquisirà partecipazione del 69% in Reyl e le conferirà la controllata Ispbm

Fideuram, la divisione private banking del gruppo Intesa Sanpaolo e Reyl, gruppo bancario indipendente e diversificato con sede a Ginevra, hanno annunciato ieri la conclusione di un accordo per la costituzione di una partnership strategica. Fideuram acquisirà una partecipazione del 69% in Reyl e conferirà la propria controllata bancaria svizzera Intesa Sanpaolo Private Bank Suisse Morval (Ispbm), a Reyl.

Una volta finalizzata l’operazione, che è soggetta alle consuete approvazioni regolamentari e si prevede potrà essere completata entro la prima metà del 2021, Ispbm sarà incorporata in Reyl, dando origine a un gruppo bancario privato internazionale di considerevoli dimensioni, con sede a Ginevra, circa 400 collaboratori, masse amministrate superiori a 18 miliardi di franchi svizzeri e un patrimonio netto regolamentare di circa 250 milioni di franchi svizzeri. Oltre che in Svizzera, la banca sarà presente anche nell’Unione Europea, in America Latina, in Medio Oriente e in Estremo Oriente.

L’accordo permetterà a Fideuram di rafforzare le proprie attività internazionali di private banking, in particolare in aree con promettenti previsioni di crescita, e continuare a svolgere un ruolo di primo piano nel processo di consolidamento attualmente in corso nel settore finanziario svizzero.. Reyl continuerà a guidare la sua efficace strategia di crescita organica a 360˚, fondata sulla capacità di garantire soluzioni innovative per i propri clienti in modo trasversale attraverso le sue cinque linee di attività: wealth management, entrepreneur & family office services, corporate advisory & structuring, asset services e asset management. Iniziative recenti quali Asteria investment managers (gestione di fondi svizzera regolamentata specializzata in impact investing) e Alpian (nuova banca digitale svizzera per clienti affluent) saranno mantenute e potranno trarre grande vantaggio dalla partnership strategica.

I manager di Fideuram e di Reyl hanno definito congiuntamente un piano strategico a lungo termine, che assicurerà una base estremamente robusta su cui costruire un’attività di successo per i prossimi anni. L’operazione comporterà numerosi vantaggi, tra cui una governance ed una patrimonializzazione rafforzate, referenze incrociate per tutti i settori di attività, capitale di avviamento per nuove iniziative di prodotto, opportunità di collocamento, sindacazione e consulenza congiunta, nonché una rete di distribuzione notevolmente estesa.

“La partnership con Reyl conferma la strategia del Gruppo Intesa Sanpaolo, è da lungo tempo orientato verso un modello di business incentrato sul wealth management & protection – afferma Tommaso Corcos, amministratore delegato di Fideuram -. Si inserisce perfettamente nel più ampio processo di rafforzamento e riposizionamento delle attività estere della nostra divisione private banking, soprattutto in Svizzera, il mercato principale per le attività internazionali. Dopo l’acquisizione del gruppo Morval nel 2018, questa operazione ci permette di concentrarsi con maggiore determinazione su questo settore in crescita, che è resiliente rispetto alle crisi e sta ancora vivendo un processo di consolidamento”.

Siamo molto entusiasti di questo accordo, che apre un nuovo capitolo nella storia aziendale di Reyl. Fideuram è il partner ideale e non potremmo essere più soddisfatti di avere l’opportunità di costruire insieme un nuovo player internazionale del private banking di primaria importanza, che opera dalla Svizzera ma con ambizioni globali – afferma François Reyl, direttore generale della compagnia -. Non vediamo l’ora di costruire legami durevoli con i nostri nuovi colleghi e affrontare tutte le sfide e le opportunità future lavorando come un team completamente integrato. In Fideuram abbiamo trovato non solo un forte alleato strategico, ma anche un partner con una raffinata comprensione del mondo imprenditoriale e dei valori altamente compatibili che mettono gli aspetti umani al centro di tutte le iniziative aziendali. La combinazione di agilità e dimensioni, sostenuta da una visione imprenditoriale condivisa, crea le condizioni perfette per avere successo nel contesto attuale”.