Fidialtaitalia diventa un confidi vigilato dalla Banca d’Italia

FidiAltaItalia, continua la nota, è stato costituito nel 1993 e rappresenta oggi una realtà consolidata che vanta 5000 soci attivi e una copertura a livello nazionale in importanti regioni italiane quali Lombardia, Piemonte, Toscana, Veneto, Lazio, Abruzzo e Molise.

Sono particolarmente soddisfatto dell’iscrizione all’elenco intermediari finanziari ex 107 – ha dichiarato secondo l’agenzia l’amministratore delegato Giuliano Terzi – non solo perché nel panorama nazionale dei Confidi artigiani italiani siamo una delle poche realtà che ha ottenuto l’iscrizione senza aver beneficiato di contributi pubblici o aver fatto fusioni, ma anche perché questo risultato è arrivato in appena sei mesi dalla richiesta a Banca d’Italia, che ha scelto di premiare chi ha sempre operato mettendo al centro della sua attività la trasparenza. Oggi Casartigiani Lombardia annovera un altro confidi vigilato nella propria organizzazione associativa. La rapidità delle nostre delibere, che di solito non va oltre i 6/7 giorni contro i tradizionali 40, e le garanzie offerte ai soci sino ad una percentuale dell’80% sono tra i motivi di vanto che contraddistinguono il nostro operato. L’iscrizione all’elenco di Bankitalia ci permetterà di avere garanzie più forti e la conseguente diminuzione di tassi per i soci”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Fidialtaitalia diventa un confidi vigilato dalla Banca d’Italia ultima modifica: 2013-02-25T18:29:02+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: