Fidimed ottiene premio Impresa di valore di Confindustria per impegno a sostegno delle imprese

Fidimed LogoLo scorso 10 dicembre Fidimed, intermediario finanziario 106 vigilato dalla Banca d’Italia, ha ricevuto il premio Impresa di valore per la categoria Competitività dal presidente nazionale di Confindustria, Carlo Bonomi, nel corso dell’evento Il valore dell’impresa. L’impresa di valore, organizzato da Confindustria Sicilia. A ricevere la targa sono stati l’ad Fabio Montesano, il consigliere Nino Salerno e il responsabile finanza d’impresa, Dario Costanzo.

Motivo del riconoscimento: l’aver garantito negli ultimi 18 mesi, nel pieno dell’emergenza pandemica da covid-19, un fondamentale sostegno alla tenuta e al rilancio dell’economia reale erogando in tempi brevi oltre 250 milioni di euro, di cui 200 milioni nel solo 2021, a 1.500 piccole e medie imprese italiane, attraverso il Progetto Easy Plus, un prestito chirografario fino a 300.000 euro concesso in pochi giorni dalla richiesta.

Lo strumento, frutto di una partnership tra Fidimed e Banca Progetto, banca digitale specializzata in servizi per le pmi, ha contribuito a salvaguardare la solidità e la competitività del sistema produttivo italiano fornendo la necessaria liquidità in modo semplice e veloce ed affermandosi su tutto il territorio nazionale come uno dei prodotti di finanziamento più innovativi del mercato.

Le imprese sono finanziate attraverso i processi ad alta digitalizzazione di Banca Progetto, ma con l’intervento (nelle fasi più sensibili dell’istruttoria) dei professionisti specializzati di Fidimed, a cui va un particolare ringraziamento per l’incredibile lavoro svolto, secondo la filosofia dell’artigiano digitale cara a Paolo Fiorentino. Un’innovazione che non è sfuggita all’attenzione di Confindustria, che ci ha individuati fra le realtà d’eccellenza nel settore del credito alle imprese”, spiega Dario Costanzo.
Abbiamo unito la capacità di Fidimed di intercettare e soddisfare le esigenze delle imprese e l’esperienza digitale di Banca Progetto; la formula ha dato come risultato tempi brevissimi di risposta – aggiunge Fabio Montesano -. Considerati il gradimento e il successo dell’iniziativa e la crescente ricerca di capitali da parte delle imprese, che sempre più avvertono l’esigenza di crescere e di agganciare la ripresa investendo sulla transizione ecologica e digitale e sull’internazionalizzazione, prevediamo una forte crescita anche nel 2022 con un trend di erogazioni che potrà proseguire ad un ritmo analogo se non addirittura più veloce. Grazie a Confindustria per l’impegno profuso quotidianamente al servizio delle imprese e per il prestigioso riconoscimento a noi assegnato”.