Financial Services Authority, i mortgage broker non devono valutare la sostenibilità del mutuo per i loro clienti

La Financial Services Authority (FSA) sostiene che i mortgage brokers debbano avere un ruolo limitato nel verificare la sostenibilità del mutuo da parte dei loro clienti, quando invece le banche stanno prendendo una sempre più grande responsabilità.

Recentemente durante il Mortgage Business Expo di Londra (tenutosi il 10-11 novembre), il rappresentante dell’FSA, Sheila Nicoll, ha detto che è giusto dare alle banche tutta questa responsabilità “dal momento che hanno più accesso alle informazioni sui clienti”.

Niccoll ha affermato inoltre: “La nostra visione è che i mortgage brokers debbano avere un ruolo nel valutare la capacità di ripagare un mutuo da parte dei potenziali clienti, ma questo ruolo deve essere limitato alla verifica che quel certo cliente rientri nei parametri e nei criteri di erogazione del mutuo imposti da quella determinata banca. Molto spesso però i mortgage brokers non hanno tutti gli strumenti per valutare la vera capacità a pagare del cliente, questo potrebbe creare conflitti con le banche sulla responsabilità. L’FSA – ha concluso Nicoll – sta lavorando affinché i mortgage brokers seguano una procedura di vendita dove si dichiara che quel prodotto mutuo sia il più adatto per quel cliente, andando oltre il tema della responsabilità e della sostenibilità. Nel futuro probabilmente i mortgage brokers agiranno solo come segnalatori.

L’FSA pubblicherà a breve un documento sulla Mortgage Market Review (MMR) a breve il cui focus sarà la distribuzione.

Financial Services Authority, i mortgage broker non devono valutare la sostenibilità del mutuo per i loro clienti ultima modifica: 2010-11-15T11:53:09+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: