Finanziaria Familiare, ecco i progetti in cantiere

Finanziaria Familiare LogoNell’ambito della propria strategia di crescita nel settore dell’intermediazione creditizia e della distribuzione di prodotti finanziari il Gruppo Tecnocasa detiene l’84,11% di Finanziaria Familiare S.p.a., società fondata nel 2005 e specializzata nel settore della cessione del quinto dello stipendio, iscritta all’albo ex art. 106.

Finanziaria Familiare, si legge in una nota, si pone sul mercato del credito e dell’intermediazione con una logica di multiprodotto, con particolare attenzione alla cessione del quinto (dello stipendio e pensione), alla delega di pagamento, ai prestiti personali e ai prodotti assicurativi.

“Si sta puntando a trasferire il know-how del Gruppo Tecnocasa al settore della cessione del quinto – sottolinea Claudio Brambilla, amministratore delegato della società – le caratteristiche di Finanziaria Familiare sono rappresentate dai volumi di produzione in costante crescita, dall’ampia gamma dei prodotti, dalla strutturata organizzazione per assistere i clienti e la rete degli agenti, con un back office in cui sono impegnate 30 persone. Nel gennaio 2015, Ibl Banca ha perfezionato l’acquisto di una quota pari al 9,90% delle azioni, contribuendo a irrobustire ulteriormente la compagine societaria.

Finanziaria Familiare, grazie agli investimenti degli azionisti, ha intrapreso nel mese di giugno l’erogazione diretta delle cessioni del quinto dello stipendio, che si va ad aggiungere ai prodotti intermediati già presenti nell’offerta alla rete distribuzione. Stiamo anticipando quanto previsto dalla Circolare n.28 del 3.4.2015 di Banca d’Italia che prevede per le nuove finanziarie n.106 la prevalenza dell’attività di erogazione. A luglio sono state erogate direttamente da Finanziaria Familiare SpA le prime pratiche di cessione del quinto. La società collabora anche con Ibl Banca, Unifin, Futuro e Accedo, con i quali abbiamo da tempo degli accordi distributivi di convenzione.

Nel 2014 abbiamo liquidato circa 85 milioni di euro di cessione del quinto. L’obiettivo di quest’anno è superare i 100 milioni. Abbiamo chiuso il primo semestre 2015 a 50 milioni, con una crescita su base annua del 20%, e dunque siamo perfettamente in linea con le aspettative di crescita. Parallelamente stiamo lavorando per sviluppare la rete degli agenti, che da inizio anno sono cresciuti di 30 unità.

L’impegno principale di quest’anno è stato quello di realizzare una nuova piattaforma operativa in grado di gestire ogni singolo aspetto dell’istruttoria della cessione del quinto: le pratiche dirette, quelle intermediate con gli istituti convenzionati e il post vendita. Inoltre tutti i nostri agenti hanno la possibilità di caricare direttamente le pratiche nel nostro nuovo sistema operativo. La società ha ottenuto un plafond come prima linea di credito specifica; e pensiamo che entro l’anno riusciremo ad attivarne una seconda.

Per il futuro la nostra intenzione è di crescere ancora di più sia con la produzione di erogazione diretta sia attraverso l’intermediazione con le banche convenzionate. Entro la fine del 2015 vorremmo ampliare la rete dei nostri agenti e passare dagli attuali 81 a 100-110. Il recruiting avviene attraverso i sei Area Manager dedicati alla sviluppo della rete, ognuno dei quali segue una zona specifica. Sono loro che si occupano di selezionare gli agenti e successivamente di coordinare la loro attività.  Altro obiettivo è fare domanda di iscrizione al nuovo albo degli intermediari n.106 che sarà gestito dalla Banca d’Italia. Infatti è più di un anno che stiamo lavorando per raggiungere questo traguardo.

Abbiamo un capitale adeguato, un sistema di controllo e di certificazione documentale effettuato da una società indipendente leader del settore antifrode e tutti requisiti richiesti dalla nuova disciplina. Oggi siamo pronti per offrire ai nostri agenti e ai clienti un livello di servizio efficiente e una serie di prodotti adatti alle loro esigenze”.

Finanziaria Familiare, ecco i progetti in cantiere ultima modifica: 2015-09-03T13:09:34+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: