Fincontinuo, Sivori: “Un modello di business che guarda al futuro della mediazione creditizia”

Fincontinuo è una società ?nanziaria costituita nel 2005 e oggi best player di Uni?n, Ter?nance, Ibl banca e UniCredit. La società guidata dal presidente Giuseppe Sivori è attiva su quattro principali tipologie di ?nanziamento – cessione del quinto dello stipendio e della pensione, delega di pagamento, prestiti personali e mutui ipotecari, liquidità e consolidamento debiti – e vanta una struttura organizzativa funzionale e contraddistinta da dipendenti e manager dalla pluriennale esperienza. Fiore all’occhiello dell’organizzazione è il back of?ce – ef?ciente e tempestivo nel supporto alla rete – e una divisione commerciale che gestisce 150 agenzie, convenzionate su tutto il territorio nazionale, attraverso una direzione che coordina area e district manager suddivisi per zone geogra?che. Giuseppe Sivori, ha illustrato l’ambizioso modello di business e l’innovativo progetto di espansione territo­riale attraverso l’af?liazione di agenzie dirette.
Presidente, quali sono i principali risultati raggiunti ?no a oggi?
Dal 2005 a oggi i risultati aziendali sono stati sempre in crescita, soprattutto nel settore della cessione del V, che possiamo considerare il nostro prodotto di punta, dove abbiamo riportato ogni anno incrementi considerevoli di montante intermediato, anche nel 2009 quan­do Asso?n registrava, per questo comparto, un -14%. Abbiamo sensibilmente aumentato il nostro presidio territoriale attraverso il convenzionamento di agenti mono e plurimandato e siamo riusciti a consolidare importanti partnership con player del settore che ci garantiscono un paniere di prodotti sempre competitivi.

Potrebbe delineare gli aspetti principali del progetto?
Tengo a precisare che non si tratta di un progetto in franchising, che reputo un modello di business poco ef?ciente in questo momento storico di crisi e dif?coltà in molti settori. Oggi è indispensabile dare grati?cazioni alle agenzie invece di pretendere da loro investimenti e compartecipazione ai costi: dobbiamo porci il problema di come far vivere e lavorare bene la nostra rete distributiva. Tutti gli agenti sono gravati da attività e costi, per cui diventa indispensabile sgravarli da queste incombenze, mettendoli nelle condizioni di potersi concentrare al massimo sull’attività di vendita e sul servizio ai clienti, garantendo loro il massimo supporto e operatività. Il primo aspetto innovativo della proposta progettuale è rappresentato dalla programmazione, a carico nostro, di diverse attività a favore delle agenzie af?liate, come l’allestimento della loro struttura, la presenza di un numero verde nazionale a instradamento automatico, un sito internet ben posizionato sui motori di ricerca, un’area marketing in grado di supportare le agenzie a 360 gradi, un back of?ce dedicato e l’offerta di prodotti ?nanziari con primarie condizioni economico/operative. Ancora, il nostro progetto determinerà per le agenzie un rilevante abbattimento di costi, dovuto alla fornitura trimestrale del materiale promo pubblicitario, all’assistenza di un back of?ce dedicato, all’assistenza legale, amministrativa, marketing e commerciale. In?ne, verranno assicurati agli agenti trattamenti economici privilegiati, procedure in grado di assicurare all’af?liato la massima autonomia operativa, il supporto commerciale da parte di area e district manager dedicati, l’esclusività territoriale e un’elevata riconoscibilità sul proprio territorio di competenza, grazie al progetto aziendale focalizzato al miglioramento della brand awareness, attraverso la possibilità di accedere, a condizioni economiche molto vantaggiose, a forme comunicative e progettuali altamente quali?canti. Metteremo i nostri agenti nelle condizioni di focalizzarsi sul cliente e non sul prodotto, attraverso la dotazione di conoscenze e nuovi strumenti di lavoro. In de?nitiva il nostro progetto costituisce per gli imprenditori af?liati un nuovo modello di business, più remunerativo, più sicuro, più af?dabile e più trasparente, e per i clienti la migliore soluzione per avere il prodotto giusto, con un processo più veloce, dedicato, con un prezzo adeguato.

Quali sono state le motivazioni che vi hanno spinto a lanciare sul mercato un progetto così ambizioso?
In realtà le motivazioni sono diverse. Il commitment aziendale determinato al miglioramento continuo che spinge me e i miei manager a non accontentarci dei risultati sin qui raggiunti. Il nostro modello di business, il nostro impegno e la nostra trasparenza sono stati ?no a oggi premiati dal mercato che, adesso, ci invita a cogliere altre s?de. Siamo convinti che un progetto innovativo di af?liazione possa migliorare notevolmente il modo di lavorare e i risultati delle agenzie del network, attraverso il sostegno alle loro attività strategiche e l’abbattimento di costi che oggi rendono dif?cile la vita alla rete distributiva. In?ne la nuova riforma del credito che impone alcuni cambiamenti a tutela della trasparenza verso i clienti: mi riferisco alla profonda riorganizzazione strutturale che noi abbiamo già anticipato e che si conferma con l’implementazione di un progetto mirato alla creazione di una ?liera corta, ?liali dirette e agenti monomandatari supportati da continua e strutturata formazione.

Dove prenderete le risorse per ?nanziare tutte queste attività?
Le risorse sono state generate dagli eccellenti risultati raggiunti nel corso degli anni, grazie a una gestione manageriale orientata al mercato, allo sviluppo di ef?cienti economie di scala e a una graduale riorganizzazione aziendale, che ci hanno permesso di stanziare importanti investimenti a favore del network. Premieremo la qualità dei nostri af?liati, grazie ai quali avremo meno rischi, maggiori risultati, un’armonizzazione dei costi, un maggior potere contrattuale nei confronti dei player del mercato. Tutti “plus” che genereranno attività in grado di migliorare il sistema aziendale, incrementando sensibilmente le opportunità di business e riducendo al minimo le minacce di mercato.

In?ne, quali sono gli obiettivi per il futuro?
In brevissimo tempo abbiamo af?liato agenzie nel centro e sud Italia, e miriamo ad acquisirne più di 100 nei prossimi tre anni. Come delineato dal nostro amministratore delegato, Mario Gargiulo, lo faremo attraverso “baby step”, indispensabili al reale consolidamento di queste agenzie nel network Fincontinuo e sul mercato. Avere per ogni provincia un’agenzia diretta, creare valore nel tempo per la rete, per i clienti e per tutti i nostri partner nonché diffondere attraverso il lavoro della nostre agenzie la cultura del giusto indebitamento per le famiglie, rappresentano gli ulteriori obiettivi da raggiungere.

Fincontinuo, Sivori: “Un modello di business che guarda al futuro della mediazione creditizia” ultima modifica: 2011-11-01T15:57:30+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: