Firmato protocollo d’intesa tra Agenzia del Territorio e Guardia di Finanza per contrastare l’elusione fiscale

La lotta all’evasione fiscale nel settore immobiliare si potenzia con un accordo tra la Guardia di Finanza e l’Agenzia del Territorio. L’intesa, siglata il 26 gennaio nella sede del comando generale della Guardia di Finanza a Roma, prevede la collaborazione nelle attività di accertamento dei fabbricati mai dichiarati in catasto

e degli immobili già censiti che hanno subito modifiche o perduto i requisiti della ruralità ai fini fiscali. Proseguiranno inoltre le attività di accertamento delle violazioni in materia di riutilizzazione commerciale dei dati ipotecari e catastali, già avviate con un precedente protocollo d’intesa.

Le due istituzioni potranno anche beneficiare dello scambio di informazioni contenute nelle banche dati. Infine gli uffici provinciali dell’Agenzia del Territorio possono fornire, su richiesta della GdF, stime valutative di immobili o attività di consulenza tecnica.

Le attività di collaborazione così definite rappresentano, sia per la Guardia di Finanza che per l’Agenzia del Territorio, un efficace esempio di sinergia delle Istituzioni pubbliche nell’ambito delle rispettive competenze e delle distinte missioni, al fine di raggiungere obiettivi sempre più alti di equità fiscale e di governo del territorio” si legge in un comunicato congiunto.

Firmato protocollo d’intesa tra Agenzia del Territorio e Guardia di Finanza per contrastare l’elusione fiscale ultima modifica: 2010-01-28T09:19:19+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: