Fondazione Mps: raggiunto l’accordo con le banche creditrici per il rimborso del debito

La Fondazione Monte dei Paschi di Siena e le banche creditrici hanno raggiunto un accordo per la rimodulazione del debito di Palazzo Sansedoni. La firma dell’intesa, ha assicurato l’ente guidato da Gabriella Manicni, arriverà nei prossimi giorni.

”In coincidenza con la scadenza in data 18 giugno degli accordi di standstill con le banche finanziatrici”, spiega una nota della Fondazione, “il negoziato relativo al ribilanciamento del complessivo debito finanziario della Fondazione ha raggiunto un accordo la cui finalizzazione è attesa nei prossimi giorni con la definizione dei dettagli tecnici e salvo approvazione da parte dei rispettivi organi deliberanti”.

Nel momento in cui l’accordo sarà finalizzato la Fondazione effettuerà un pagamento iniziale pari a 664 milioni di euro, di modo che che l’esposizione debitoria residua si attesterà sui 350 milioni. A questo scopo verranno impiegate le risorse ottenute da dismissioni già effettuate di quote societarie, tra cui anche un pacchetto di Banca Mps.

Il ribilanciamento del debito prevede il completamento del rimborso dell’esposizione debitoria residua entro il 30 giugno 2017, con la facoltà per la Fondazione di posticipare tale scadenza fino al 30 giugno del 2018.

Fondazione Mps: raggiunto l’accordo con le banche creditrici per il rimborso del debito ultima modifica: 2012-06-19T08:29:59+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: