Fondiaria Sai, l’Isvap nomina Matteo Caratozzolo commissario ad acta per le irregolarità passate

Matteo Caratozzolo è stato nominato dall’Isvap commissario ad acta di Fondiaria Sai, anche nella sua qualità di capogruppo, per promuovere eventuali azioni di responsabilità nei confronti della passata gestione al fine di “salvaguardare e reintegrare il patrimomio” della compagnia assicurativa e delle società controllate. La decisione è stata annunciata dall’autorità di garanzia ieri in tarda serata e tiene conto del perdurare, ad avviso dell’istituto, dell’“inerzia di Fondiaria Sai nel far cessare le violazioni contestate e nel rimuovere i relativi effetti”.

A giugno l’Isvap aveva riscontrato la presenza di gravi irregolarità nella gestione della società nel corso di passati esercizi, mettendo nel mirino in particolare alcune operazioni con parti correlate, anche per compensi a esponenti della famiglia Ligresti.

L’incarico del commissario, si legge nella nota diffusa ieri, prevede l’individuazione dei soggetti responsabili delle operazioni compiute “in danno di Fondiaria-Sai” e la determinazione del danno ad esse riconducibili, con la conseguente promozione di “ogni iniziativa anche giudiziale” necessaria a salvaguardare e reintegrare il patrimonio del gruppo. L’incarico si concluderà il 31 gennaio prossimo.

Leggi il comunicato

Fondiaria Sai, l’Isvap nomina Matteo Caratozzolo commissario ad acta per le irregolarità passate ultima modifica: 2012-09-13T09:39:26+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: