Forum Unirec Consumatori: Carlo Giordano nuovo presidente

Unirec LogoIl Forum Unirec-Consumatori, tavolo di lavoro strutturato tra le imprese aderenti a Unirec (Unione Nazionale Imprese a Tutela del Credito) e 8 delle principali associazioni dei consumatori a livello nazionale, ha nominato Carlo Giordano, presidente per il biennio 2021 – 2023. 

Classe 1967, Giordano vanta alle spalle una formazione imprenditoriale e manageriale maturata presso accreditate business school. Da quasi trent’anni guida una primaria società che opera nel settore dei servizi a tutela del credito, dove ha coordinato la direzione e realizzazione di progetti strategici e si è occupato dell’implementazione costante dei processi interni e dei piani di recupero. Dal 2018 è anche vice presidente di Unirec, nel cui consiglio direttivo siede dal 2015. 

Tra i principali obiettivi del suo mandato di presidente del Forum, la realizzazione di azioni mirate di awareness sui contenuti e aggiornamento del codice di condotta, il primo a livello europeo per i processi di gestione e tu­tela del credito; iniziative continuative di formazione degli addetti del comparto e innovazioni nel campo della digital collection per l’avanzamento del digitale applicato ai processi di gestione e tutela del credito.

A Giordano va anche il coordinamento dei rapporti tra Unirec e le 8 associazioni dei consumatori che siedono nel Forum e che sono Adiconsum, Adoc, Asso-Consum, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori.

“Il bilanciamento dei diritti dei consumatori e la tutela del credito sono frutto di competenze mirate in costante aggiornamento, di esperienza e propensione al dialogo, elementi imprescindibili per la corretta gestione del credito – ha commentato il neopresidente Giordano -. “Nel biennio dell’incarico, per il quale esprimo particolare orgoglio, il mio impegno personale sarà quello di continuare a rafforzare l’equilibrio tra tutele dei consumatori e corretta gestione del credito con lo sguardo rivolto alle opportunità insite nel rinnovamento del comparto e alle nuove frontiere della digitalizzazione applicata ai processi di gestione del credito”.