Francesco Alfonso, presidente Oam: “Implementare l’ingresso di nativi digitali all’interno del comparto”

Francesco Alfonso, presidente OamÈ necessario implementare l’ingresso di nativi digitali all’interno del comparto dell’intermediazione del credito. A sostenerlo è Francesco Alfonso, presidente dell’Organismo agenti e mediatori (Oam), nell’editoriale dell’ultimo numero di Oamagazine

“Il settore degli intermediari del credito continua a crescere – scrive il presidente dell’Oam -. Se il trend registrato fino al31 ottobre venisse confermato, il numero degli iscritti agli Elenchi registrerebbe un nuovo aumento, con un ampliamento consistente della platea dei collaboratori. Da un’analisi effettuata sugli Agenti in attività finanziaria (persone fisiche) risulta che l’età media degli iscritti si sta abbassando. È un dato che salutiamo con favore, ma siamo convinti che sia necessario implementare l’ingresso di ‘nativi digitali’ nell’intero comparto: per questo abbiamo deciso di esentare dal pagamento della quota di iscrizione del 2022 tutti i giovani ‘under 30’. L’innovazione finanziaria coinvolgerà inevitabilmente anche le reti distributive e servono giovani con nuove competenze per affrontare il cambiamento”.