Francesco De Lorenzi, presidente del cda di Quick Mutui: “Quest’anno aumenteremo il numero di collaboratori e miglioreremo i servizi alla rete”

De Lorenzi, Quick MutuiQuick Mutui Mediazione Creditizia è nata a Milano nel 2006 come società interna del gruppo Sigest spa, player storico del mercato immobiliare milanese. “Lo scopo era quello di supportare dal punto di vista consulenziale i clienti che sceglievano di comprare casa tramite Sigest. L’attività captive, dunque, era la nostra priorità”, spiega Francesco De Lorenzi, presidente del consiglio d’amministrazione di Quick Mutui. “Con l’entrata in vigore del decreto 141 abbiamo deciso di raccogliere la sfida rappresentata dalla riorganizzazione del settore, e nell’ottobre del 2012 ci siamo iscritti all’Oam come mediatore creditizio. L’attività naturalmente si evoluta, e da semplice realtà captive abbiamo cominciato ad allargare i nostri orizzonti oltre il mercato Sigest. Il percorso naturale è stato quello di crescere dal punto di vista dei collaboratori e delle sedi dirette. Ad oggi Quick Mutui ha quattro sedi di proprietà: Milano, Torino, Cantù e Alessandria”.

Qual è il vostro modello di business?

Siamo tutti consulenti con tanti anni di esperienza alle spalle e la nostra attività quotidiana si basa proprio su questo: gestire i dealer, prevalentemente agenzie immobiliari, incontrare i clienti e presentare le pratiche in banca. Ad oggi siamo forse la realtà nazionale con il maggior numero di accordi bancari, e questo ci rende orgogliosi. Credo di poter affermare che le banche conoscono molto bene e stimano Quick Mutui, grazie soprattutto alla qualità delle pratiche presentate. Ci tengo a sottolineare il fatto che noi alla quantità anteponiamo la qualità, che sicuramente rispetto al passato è andata migliorando. Questo vale per tutte le aree della nostra attività e per quelle del nostro partner Sigest.

Come è organizzata la vostra rete?

La nostra rete commerciale ad oggi è formata da circa 20 persone, in un mercato che vede il turnover come l’assoluto protagonista. La nostra filosofia è quella di puntare sulla qualità dei singoli e non sui semplici numeri. Di conseguenza la nostra regola è: pochi ma buoni. Grazie alla reputazione che ci siamo guadagnati riceviamo molte dimostrazioni dirette di interesse, ma preferiamo operare una sana selezione. Attualmente abbiamo 5 dipendenti che si occupano di supportare la rete commerciale in termini di back office, amministrazione e marketing e 4 manager che seguono le nostre singole sedi.

Come provvedete alla formazione degli agenti?

La formazione avviene giornalmente sia dentro che fuori i nostri uffici. Al di là di questo, però, noi crediamo in un valore semplicissimo ma moto efficace: la condivisione. È nostra ferma convinzione che solo condividendo sia possibile crescere. Ecco perché l’attività più importante per la nostra azienda è la riunione del lunedì: in ogni nostro ufficio il primo giorno della settimana si mettono tutte le pratiche sul tavolo e tutti insieme si decide come devono essere lavorate e in quali banche devono essere presentate. Ogni collega conosce meglio rispetto a un altro una specifica banca e le sue politiche del credito: condividendo il proprio know how tra colleghi la soluzione viene sempre fuori. Per questo se una pratica entra nei nostri uffici è molto difficile che non si rogiti.

Quali sono i vostri punti di forza?

Innanzitutto i nostri accordi bancari e assicurativi. Ad oggi lavoriamo con 17 banche per l’erogazione di mutui, tutte convenzionate tramite accordi scritti e non verbali, e con le principali compagnie assicurative per l’emissione di polizze Cpi/Income. Un altro punto di forza è la solidità dell’azienda, grazie anche a Sigest, nostro partner immobiliare. Questa partnership, che evolve giorno dopo giorno, ci permette di gestire dal punto di vista creditizio tutto il portafoglio immobiliare di Sigest, oltre che un database condiviso con oltre 40.000 nominativi attivi, per attività di marketing che da quest’anno diventeranno il core business dell’azienda. Infine la proprietà di Quick Mutui è costituita da persone che operano attivamente nel mercato della mediazione creditizia, e questo rappresenta senz’altro un valore aggiunto. Noi le pratiche le sappiamo fare, conosciamo bene il sistema bancario e i clienti possono affidarsi alla nostra società in totale sicurezza.

Potete tracciare un sintetico bilancio del 2014?

L’anno scorso si è chiuso molto positivamente, con 51 milioni di euro di erogato contro i 40 del 2013, dunque con una crescita del 30%. Parallelamente il fatturato è aumentato del 50%. Siamo una delle poche realtà in grado di generare utili con la propria azienda. Questo perché siamo focalizzati sulla redditività della singola pratica, generata da un’attenta gestione del cross selling.

Che progetti avete in cantiere per i prossimi mesi?

Purtroppo il complesso momento che il mercato immobiliare e creditizio stanno attraversando rende molto difficile fare previsioni. Come per tanti altri imprenditori, anche per noi l’aspettativa e l’augurio è quello di riuscire a mantenerci sui livelli dell’anno precedente. Le previsioni di mercato quest’anno sono di un più 10% rispetto al 2014. Noi ci auguriamo di stare dentro questo dato. In questo 2015 il nostro obiettivo più concreto sarà quello di aumentare di qualche unità il numero dei collaboratori, anche grazie a un sostanziale incremento rispetto al passato del livello provvisionale, e di implementare i servizi alla rete con un attività massiccia di marketing già pianificata. A questo proposito colgo l’occasione per sottolineare che se qualcuno è interessato a contattarci può chiamare direttamente il mio cellulare. Il numero è 3357221145 e il telefono è sempre acceso.

Francesco De Lorenzi, presidente del cda di Quick Mutui: “Quest’anno aumenteremo il numero di collaboratori e miglioreremo i servizi alla rete” ultima modifica: 2015-02-24T18:49:51+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: