Francesco Fiumanò, direttore commerciale Cnp Assurances: “Stiamo allargando la distribuzione oltre i mediatori creditizi, coinvolgendo banche e reti di promotori”

Francesco Fiumanò, Direttore Commerciale Cnp Assurances ItaliaDopo aver archiviato il 2016 con utile netto record di un miliardo e 200 milioni, in crescita del 6,2 per cento rispetto all’anno precedente, il Gruppo Cnp Assurances ha deciso di incrementare gli investimenti nel mercato italiano, allargando la gamma dei prodotti e il network dei partner distributivi e integrando l’offerta per la propria clientela. Francesco Fiumanò, direttore commerciale della società, racconta a SimplyBiz i progetti in cantiere e gli obiettivi in programma per i prossimi mesi.

Su cosa siete al lavoro al momento?
Guardando all’Italia un’evidenza importante che sta emergendo è la ripresa delle erogazioni di mutui, che va chiaramente di pari passo con la rivitalizzazione del mercato immobiliare. Dopo un periodo estremamente difficile il settore dei prestiti per l’acquisto di abitazioni sembra, seppur lentamente, ricominciare a crescere. Per questo uno dei nostri principali impegni da qui a dicembre sarà quello di dedicarci alla creditor protection, nella quale vantiamo un buon posizionamento.

Lancerete nuovi prodotti?
Entro la fine dell’anno presenteremo al mercato una polizza temporanea caso morte e una polizza indennitaria legata alla salute, che prevede una diaria da ricovero, un indennizzo di una cifra fissa in caso di intervento chirurgico, calcolata in base a specifici parametri, e il pagamento di una somma di denaro in ipotesi di invalidità anche contenute. Inoltre abbiamo già lanciato un prodotto stand alone che si chiama “Ariel” ed è pensato per proteggere il reddito delle persone fisiche o il patrimonio delle persone giuridiche. Abbiamo avuto ottimi riscontri, perché si tratta di un prodotto dalla struttura semplice ma estremamente flessibile, che riesce a garantire una copertura ampia (decesso, malattia, infortunio, perdita di impiego, inabilità totale o temporanea), per una durata di 3, 5, 7 o 10 anni.

Come vi muoverete dal punto di vista della strategia distributiva?
Stiamo allargando la distribuzione oltre le reti di mediazione creditizia, che negli anni passati hanno dato un contributo importante dal punto di vista dei volumi prodotti, coinvolgendo anche le banche, soprattutto quelle regionali e locali, e le reti di promotori. Uno dei nostri punti di forza è l’ampia gamma dell’offerta, che include anche i prodotti di risparmio “multiramo”, unit linked e gestione separata in un unico contratto assicurativo. Siamo quindi in grado di soddisfare a 360 gradi le esigenze dei nostri partner, offrendo loro, attraverso un interlocutore unico, soluzioni sia nella sfera della protezione che nella sfera del risparmio. Con l’aggiunta della nuova polizza legata alla salute saremo in grado di offrire ai nostri partner una gamma completa e estremamente flessibile di prodotti vita, risparmio e salute. La nostra filosofia è sempre stata quella di creare prodotti facilmente gestibili dai partner distributivi, che devono dialogare con il cliente finale e spiegargli quali sono i vantaggi concreti di ogni proposta. Chiaramente i partner devono essere professionalmente capaci e preparati. Per questo un ambito importante in cui abbiamo deciso di investire ulteriormente è quello della formazione, con l’obiettivo di diffondere sempre più, e non solo tra gli addetti ai lavori, la cultura assicurativa, che oggi in Italia è ancora abbastanza indietro rispetto ad altri Paesi. Tenendo presente questa finalità, accanto alla formazione obbligatoria Ivass, prevista dalla disciplina del settore, organizzeremo con i partner distributivi dei momenti dedicati per affrontare gli aspetti più tecnici legati ai nostri specifici prodotti. In aggiunta a tutto questo già da alcuni mesi siamo al lavoro per potenziare il nostro sistema informativo, che ci aiuterà da un lato a gestire meglio i prodotti e dall’altro a comunicare più agevolmente con i clienti e con i partner distributivi.

Articoli che potrebbero interessarti:

Francesco Fiumanò, direttore commerciale Cnp Assurances: “Stiamo allargando la distribuzione oltre i mediatori creditizi, coinvolgendo banche e reti di promotori” ultima modifica: 2017-04-14T12:41:15+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA