Freddie Mac: tassi di interesse in leggera crescita

Secondo l’ultimo Primary Mortgage Market Survey – il report settimanale di Freddie Mac che tasta il mercato dei mutui negli Stati Uniti – i tassi di interessi sui mutui residenziali, pur su livelli piuttosto bassi, presentano segnali di cauta ripresa.

Infatti, per la settimana che si è conclusa lo scorso 7 luglio, i tassi di interesse per i mutui trentennali a tasso fisso sono cresciuti fino a raggiungere l’attuale 4,6% – in aumento quindi rispetto al 4,51% della settimana precedente e al 4,57% della stessa settimana del 2010. Valori in crescita anche per quanto riguarda i tassi di interesse dei mutui a 15 anni che salgono al 3,75% dal 3,69% di sette giorni prima. La media della stessa settimana è più bassa rispetto allo scorso anno quando i tassi di interesse si attestavano al 4,07%.

“I tassi di interesse sui mutui seguono l’alto rendimento dei tassi dei titoli del Tesoro, dopo la settimana di vacanza per i festeggiamenti del 4 luglio, ma rimangono sono ancora piuttosto bassi rispetto agli standard storici” ha commentato Frank Nothaft, vice presidente e chief economist di Freddie Mac. “I tassi di interesse su tutti i mutui accesi nel primo trimestre del 2011 – ha proseguito Nothaft – presentano una media poco inferiore al 6%. Con i tassi di oggi, i proprietari che hanno la possibilità di rifinanziare il proprio mutuo potrebbero risparmiare fino a 169 dollari al mese in interesse su un mutuo trentennale di almeno 200 mila euro”.

Freddie Mac: tassi di interesse in leggera crescita ultima modifica: 2011-07-15T14:01:42+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: