Frimm apre la prima agenzia in Russia

Frimm LogoFrimm Holding ha dato ufficialmente il via allo sviluppo in Russia. Lo scorso primo ottobre, si legge in una nota, è stato firmato il contratto per l’apertura del primo punto vendita con sede a Mosca dell’azienda presieduta da Roberto Barbato.

Il responsabile dell’agenzia, Giorgio Agostino, calabrese classe ’79 trapiantato in Russia, si è detto pronto per la nuova avventura: “Il brand Frimm mi ha convinto per la flessibilità che garantisce agli operatori per la grande innovazione del Multiple Listing Service che propone con successo ormai da oltre 10 anni e per l’affidabilità che mi ha dimostrato il General Manager dell’azienda per l’estero Marco Surleti”.

Oggi, continua la nota, la Russia rappresenta una vera ventata di aria fresca per il mattone italiano e la prima agenzia moscovita potrebbe costituire un vero e proprio asso nella manica per il network della collaborazione, tra i primi in Italia per numero di aderenti. “Saremo il perfetto ponte tra l’Italia e gli investitori russi”, ha confermato Agostino. “Tra i cantieri offerti dall’azienda e l’offerta contenuta nel MLS lavoreremo tanto e bene su più fronti”.

“L’accesso al mercato estero è l’evoluzione naturale di un procedimento, quello del passaggio da puro franchising a società di servizi per agenzie immobiliari, che ha snellito e di molto il core business di Frimm Holding”, ha aggiunto Vincenzo Vivo, vicepresidente di Frimm.

“Mls Replat è quanto di più accessibile il mercato dei software per la collaborazione tra agenti del settore abbia oggi da offrire, anche per il fatto che è tradotto automaticamente in 9 lingue, russo compreso. Crediamo che così come in Italia, la nostra piattaforma farà bene anche in Russia”, ha chiosato Vivo.

Questa nuova risorsa andrà a inserirsi in un contesto, quello dei potenziali compratori russi, che nel 2012 ha acquistato il 13% degli immobili italiani venduti a stranieri (sono terzi dopo tedeschi e inglesi), e che soprattutto è abituato a concludere compravendite immobiliari senza la presenza garante di un notaio, figura professionale che in Russia esiste solo dal ’95 e che non è obbligatoriamente richiesta.

Quanto alla tipologia di compratore, la nuova agenzia tratterà clienti di medio/alto profilo, fino ad arrivare a budget anche superiori al milione di euro a salire. “In fondo i russi scelgono l’Italia perché per come è recepito il Bel Paese nella loro cultura, l’acquisto di un bene italiano definisce quasi uno status”, ha concluso Agostino.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Frimm apre la prima agenzia in Russia ultima modifica: 2013-10-29T14:45:56+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: