Frimmoney cambia nome e brand: Frimm – Mediazione Mutui&Prestiti

{jcomments on}La decisione è stata presa per portare nuovi e maggiori vantaggi agli affiliati, potenziare il brand e armonizzare tutte le attività: con il Gruppo più compatto e riconoscibile, anche le agenzie sul territorio avranno un appeal più forte e concreto rispetto al passato.

Il 17 aprile del 2000 costituivo la società con i miei collaboratori e il 16 maggio dello stesso anno aprivamo la prima agenzia immobiliare in franchising con insegna Frimm – racconta il presidente di Frimm Holding S.p.A. Roberto Barbato -. Oggi compiamo 10 anni facendo un altro passo degno di nota, ovvero presentarci sul mercato con un’identità ben definita per tutte le aziende che fanno parte della Holding”.

Avere un’identità precisa e armoniosa – continua Barbato – consentirà a tutti, affiliati e gruppo, di ottimizzare visibilità e presenza sul web. L’obiettivo per il 2011 è infatti quello di triplicare la pubblicità proprio grazie al marchio unico. In questo modo le agenzie Frimm in tutta Italia potranno diventare il punto di riferimento per tutto il mondo immobiliare. Acquisti o locazioni, mutui o prestiti, assicurazioni o cessioni del quinto, operazioni di trading o cantieristica, impianti per energie rinnovabili: tutto il mercato a portata di mano in un unico posto, sotto un unico marchio pubblicizzato in un’unica maniera. Le agenzie sul territorio diventeranno ancora di più delle estensioni della Holding perché potranno collaborare con la casa madre su tutti i fronti”.

Il cambiamento più visibile sarà chiaramente quello per la rete Frimmoney che, di fatto, passerà al marchio Frimm con la specifica “mediazione Mutui&Prestiti”, come si può vedere dal logo qui sotto.

Intanto, il sito www.frimm.com si è già trasformato nel portale di tutto il Gruppo: una pagina centrale dalla quale i clienti potranno accedere a qualsiasi tipologia di servizio immobiliare.

Frimmoney cambia nome e brand: Frimm – Mediazione Mutui&Prestiti ultima modifica: 2010-04-25T22:00:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: