Frodi creditizie in aumento: più 4% nel 2011

Continuano a crescere i tentativi di frode nei servizi finanziari in Gran Bretagna. Secondo una rilevazione Experian i tentativi rilevati e bloccati di frode nel settore dei servizi finanziari sono cresciuti nel 2011 del 4% rispetto all’anno precedente, arrivando a raggiungere un’incidenza di 17 casi ogni 10.000 richieste.

Il comparto che più soffre di tentativi di frode è quello dei mutui, dove sempre nel 2011 sono state ben 34 le richieste irregolari ogni10.000 rilevate, in forte aumento sia rispetto al valore del 2010 (+8%), e ancora di più rispetto agli anni precedenti (+126% in soli 5 anni). Le richieste fraudolente riguardanti i mutui riguardano per il 93% dei casi irregolarità condotte in prima persona, dovute al tentativo di nascondere informazioni personali finanziariamente rilevanti a banche e finanziarie. Solo nel 7% dei casi invece le irregolarità sono dovute a furto d’identità.

Crescono anche le richieste fraudolente riguardanti i conti correnti (+56%), che più scontano il fattore furto d’identità, che conta per circa il 40% del totale delle irregolarità in questo comparto.

In aumento ma ancora su livelli relativamente bassi (11 casi ogni 10.000 richieste) le frodi sui servizi assicurativi, mentre crollano sia quelle riguardanti l’acquisto di auto usate (-39% sul 2010), sia quelle riguardanti il settore delle carte di credito.(-73% in cinque anni).

A pochi mesi dall’inizio delle gare, nel 2011 la zona di Londra che ospiterà il parco olimpico, dove alloggeranno gli atleti e si disputeranno buona parte delle competizioni, si scopre essere la più bersagliata dai ladri d’identità. Sempre secondo una rilevazione Experian infatti, nella zona olimpica le probabilità di rimanere vittima di un tentativo di furto di identità sono 11 volte maggiori rispetto alla media nazionale. Un segnale che deve invitare alla cautela le centinaia di migliaia di turisti e appassionati che affolleranno la metropoli nella prima metà di agosto.

Frodi creditizie in aumento: più 4% nel 2011 ultima modifica: 2012-05-22T17:48:06+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: