Fusione tra Fiditurismo e Fidimpresa Veneto

Fiditurismo LogoL’assemblea dei soci di Fiditurismo ha approvato all’unanimità il progetto di fusione con Fidimpresa Veneto, le cui basi, si legge in una nota, sono state poste a novembre con la firma del Patto parasociale tra i presidenti dei confidi. Dai dati dell’attività annuale, emerge un primo segnale di ripresa negli investimenti per la riqualificazione delle strutture albeghiere (+9,44% nel 2013) dopo il tracollo dell’ultimo triennio (-67%). Fiditurismo è il più importante Confidi specifico per il settore turistico, potendo contare al 31 dicembre 2013 su 677 soci, di cui 30 nella sezione di Cortina.

Il percorso di fusione tra Fiditurismo e Fidimpresa prevede di arrivare a dare nel 2014 a un unico organismo di garanzia che, per potenzialità, si collocherà tra i primi a livello nazionale. Lo scopo è di incrementare il sostegno ai comparti del commercio e del turismo del Veneto rafforzando, in questo periodo di crisi economica e di difficoltà di accesso al credito, il sistema delle garanzie collettive a favore delle piccole e medie imprese. L’obiettivo dell’Associazione ampezzana è quello di riqualificare le strutture alberghiere che lo necessitano in ottica Mondiali di sci 2019.

“Ê un punto di svolta nella vita di Fiditurismo – ha spiegato il presidente Alessandro Rizzante – dopo 24 anni di impegno, per Fiditurismo è un nuovo inizio con l’obiettivo di poter essere sempre più d’aiuto alle nostre imprese alberghiere che si preparano alle sfide poste dal nuovo sistema del turismo che si sta affermando”.