Gabetti Property Solutions chiude ancora in rosso il 2010, anche se la perdita è dimezzata rispetto al 2009

Il consiglio di amministrazione di Gabetti Property Solutions, sotto la presidenza di Elio Gabetti, ha approvato il progetto del bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2010, che si chiudono rispettivamente con una perdita netta di 22,8 milioni di euro e di 21,5 milioni di euro.

L’EBITDA consolidato ammonta -7,3 milioni di euro, in miglioramento del 21% rispetto al 31 dicembre 2009. Il Gruppo precisa che “ai fini di un confronto omogeneo dell’attività operativa si evidenzia che il margine operativo dell’esercizio precedente includeva un effetto positivo non ricorrente di 2,0 milioni euro connesso alla chiusura della rete diretta Rretail ed al passaggio al modello del franchising immobiliare e maggiori costi per consulenze straordinarie sulla capogruppo per 1,4 milioni di euro. Al netto di tali effetti, l’EBITDA evidenzia pertanto un miglioramento del 26%.

Il mercato immobiliare continua a evidenziare scarsi volumi di transazioni e caratteristiche di “viscosita” simili agli ultimi anni, con transazioni intermediate nel mercato residenziale in leggera crescita: da 609 mila del 2009 a 612 mila del 2010, con un positivo avvio di inizio anno e una flessione negli ultimi due trimestri 2010, previsioni di leggera crescita nel breve periodo e una piena ripresa attesa non prima del 2013.

Ancora fortemente penalizzato resta il settore degli immobili commerciali nel quale continuano anche ad incidere le rigidità degli istituti di credito nell’erogazione di nuovi finanziamenti.

Qualche lieve segnale di inversione di tendenza si riscontra nel mercato creditizio, che ha comportato un miglioramento nel numero di richieste di visite degli immobili posti in vendita, lasciando presupporre ulteriori incrementi nelle transazioni.

In tale contesto il Gruppo Gabetti ha prodotto una perdita al netto delle imposte pari a 21,5 milioni di euro, in miglioramento rispetto a quella dell’esercizio precedente pari a 47,2 milioni, comprensiva degli effetti derivanti da ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni per 6,9 milioni di euro e dalla gestione finanziaria per 6,6 milioni.

Per quanto riguarda la capogruppo si legge nel comunicato che “la forte attenzione nella politica di cost saving e i minori costi per consulenze straordinarie per circa 1,4 milioni di euro, hanno permesso al 31 dicembre 2010 di ridurre i costi della capogruppo a 4,3 milioni rispetto ai 6,4 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente, con una diminuzione di oltre il 33%”.

Leggi il comunicato completo

Gabetti Property Solutions chiude ancora in rosso il 2010, anche se la perdita è dimezzata rispetto al 2009 ultima modifica: 2011-04-06T16:45:13+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: