Gasparrini, Cassacolf: “Sono 300.000 le famiglie italiane che versano contributi per assistenza privata a badanti”

Cassacolf LogoSono oltre 300.000 le famiglie italiane che trimestralmente versano i contributi alla Cassacolf, ente che fornisce prestazioni socio-sanitarie assistenziali e assicurative ai datori di lavoro domestico e ai loro dipendenti. Lo dichiara Lorenzo Gasparrini, segretario generale di Domina, Associazione nazionale famiglie datori di lavoro domestico (firmataria del Ccnl di categoria)- nominato lo scorso 15 giugno presidente della Cassa Sanitaria Colf, un incarico di durata quadriennale.

“Le percentuali più alte di associati – ha spiegato Gasparrini – si registrano in Lombardia (23%), in Emilia Romagna (17%) e in Piemonte (13%) in forte crescita è anche la percentuale di iscritti nella regione Toscana (8%). L’obiettivo primario è arrivare in pochi anni a 600.000 famiglie. La chiave di volta sarà informare datori e lavoratori domestici sui servizi offerti dalla Cassacolf, unica assicurazione sanitaria integrativa che, ad oggi, nell’ambito del Ccnl del lavoro domestico, fornisce prestazioni diagnostiche e rimborsi per colf e badanti nonché rimborsi ai datori di lavoro in caso di rivalsa Inail o danni a terzi da parte del lavoratore”.

Gasparrini, Cassacolf: “Sono 300.000 le famiglie italiane che versano contributi per assistenza privata a badanti” ultima modifica: 2016-06-22T20:13:33+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: