Generali lancia l’assicurazione che accompagna il bambino nella sua crescita

Si chiama Primodomani ed è l’ultimo arrivato in casa Assicurazioni Generali. Si tratta di un piano di risparmio unito a speciali garanzie di tutela e assistenza. Il prodotto si rivolge infatti alle famiglie che vogliono tutelare il futuro dei propri ragazzi, garantendo una risorsa economica che consenta loro di far fronte con serenità agli imprevisti, assicurando allo stesso tempo un capitale rivalutato a scadenza (a scelta tra il 19° anno e il 26° anno di età del ragazzo).

Il piano di versamenti ricorrenti prevede tante opzioni per la crescita del bambino. Prima fra tutte la possibilità di effettuare versamenti aggiuntivi (ad esempio da parte anche dei nonni) e di prelevare una parte delle risorse accantonate per realizzare i propri progetti. A scadenza il piano può essere intestato al ragazzo, che per ulteriori 4 anni potrà iniziare la propria avventura “da grande” in libertà. In questo periodo potrà infatti effettuare versamenti e disporre del capitale con massima flessibilità e senza alcun costo.I versamenti sono investiti, a scelta del cliente, nelle gestioni speciali di Generali (Gesav, Geval euro, Geval $).

Il pacchetto di garanzie Infortuni e Assistenza si modifica a seconda delle diverse fasce d’età, dalla nascita alla maggiore età, con coperture mirate in caso di piccoli o grandi infortuni nel gioco, a scuola e nel tempo libero. Inoltre sono previste speciali garanzie in caso di custodia a terzi oppure, una volta cresciuto, per eventi derivanti da circolazione con auto o motoveicoli. Al pacchetto sicurezza è possibile abbinare anche la tutela legale e la responsabilità civile (del ragazzo o di chi esercita la patria potestà) verso terzi per fatti della vita privata in caso il bambino/giovane arrechi accidentalmente danni a terzi (con un massimale fino a € 750.000).

Il piano consente con semplicità di tutelare i figli fornendo loro una sicurezza economica: in caso di morte del genitore assicurato è prevista la liquidazione di un capitale predefinito.

In caso di vita alla scadenza, con il pagamento del numero minimo di annualità previste, è comunque garantita la restituzione di una parte consistente dei premi versati (ad esempio un genitore di 30 anni al termine della copertura ventennale se in vita riceve oltre l’85% dei premi versati) inoltre, durante il corso del piano è possibile in caso di necessità effettuare dei riscatti parziali non penalizzati sui premi versati.

Generali lancia l’assicurazione che accompagna il bambino nella sua crescita ultima modifica: 2009-10-14T14:31:26+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: