Genworth Index 2010: più di una famiglia su tre vulnerabile finanziariamente

In Europa le famiglie si sentono più vulnerabili finanziariamente rispetto al 2009, in linea con l’incremento generale della percezione di instabilità finanziaria negli ultimi 4 anni. Maggiore ottimismo si rileva invece nel Nord America, Canada e Australia. Tale evoluzione è stata rilevata dal Genworth Index 2010, giunto alla quarta edizione, che ha tracciato la vulnerabilità finanziaria dei consumatori nei Paesi Europei, del Nord America e dell’Australia riscontrando che, a parte qualche eccezione, permane una evidente tendenza verso la vulnerabilità finanziaria.

L’Italia in particolare si colloca al quarto posto nella graduatoria dei Paesi più vulnerabili. Nell’ultimo anno le famiglie finanziariamente sicure sono passate dal 4% del 2009 al 3%.

Dopo qualche miglioramento nel 2009, nel 2010 l’Italia ha mostrato un inasprimento del livello di vulnerabilità, senza raggiungere i livelli del 2007 in cui aveva il primato nella classifica.

Nel 2010 molte più famiglie italiane “spesso o sempre” hanno fronteggiato difficoltà finanziarie durante il 2010: il 25% rispetto al 19% dell’anno precedente.

Carlo Cortella, managing director southern and eastern Europe di Genworth Financial ha commentato così i dati: “Dal trend del Genworth Index è chiaro che gli effetti della crisi finanziaria continuano a influenzare il risparmio delle famiglie, ma anche la possibilità di onorare i propri impegni di spesa corrente. Aumenta dunque la responsabilità e l’impegno di una società come Genworth Financial nel trovare soluzioni adeguate e innovative per proteggere lo stile di vita delle famiglie”.

Risultati principali del Genworth Index 2010 in sintesi:

  • Il Regno Unito mostra un aggravamento della vulnerabilità finanziaria, dopo il miglioramento registrato nel 2009.
  • La Grecia si attesta come il Paese finanziariamente più vulnerabile tra tutti i 18 Paesi, con un punteggio pari a 76.
  • Il Portogallo ha assistito a un deterioramento analogo per entità a quello della Grecia; per la Spagna l’index non ha rilevato cambiamenti.
  • L’Irlanda ha registrato un miglioramento su due fronti (un calo di 27 punti sull’Index), e miglioramento di 5 posizioni rispetto ad altri Paesi.
  • Il Canada, per la prima volta nell’Index, totalizza un punteggio sotto zero sull’Index, indice di una maggiore sicurezza finanziaria.
  • Il Messico, gli Stati Uniti e il Canada hanno registrato risultati positivi rispetto a gran parte dell’Europa, grazie soprattutto a un maggiore ottimismo nell’area nordamericana.
  • L’Australia insieme ai Stati Uniti con un punteggio appena sotto lo zero, indicano una posizione di parità tra le famiglie finanziariamente sicure e quelle finanziariamente vulnerabili.
  • Rispetto al 2007, le difficoltà finanziarie sono aumentate notevolmente in Europa, accentuate dal grado di pessimismo delle famiglie, preoccupate per il loro futuro.

Peter Barrett, vice presidente di Genworth Financial Lifestyle Protection, ha evidenziato: “L’Index è uno specchio della società dal punto di vista finanziario. Dall’aggiornamento annuale, possiamo notare come il livello di vulnerabilità finanziaria si evolve nel tempo. La vulnerabilità finanziaria, definita nell’Index, dipende da due fattori distinti ma correlati: il sovra-indebitamento delle famiglie e le aspettative circa la loro situazione finanziaria futura. Il sovra-indebitamento riflette non solo la preoccupazione delle famiglie di far fronte al pagamento delle proprie esposizioni su debiti e mutui, ma riflette anche l’incapacità di mantenere i principali impegni economici familiari quali le bollette, le tasse e l’affitto, semplicemente perché le uscite sorpassano le entrate. Genworth Financial ha commissionato l’Index sulla Vulnerabilità Finanziaria dei Consumatori perché strategicamente l’azienda si impegna a garantire a molte famiglie la sicurezza finanziaria”.

Andrea Finney, ricercatore presso il “Personal Finance Research Centre” dell’Università di Bristol, con il quale Genworth collabora, ha commentato: “L’Index riporta le reali difficoltà delle famiglie nel quotidiano. Mostra anche l’ansietà per il proprio futuro. I nuovi dati indicano un incremento della vulnerabilità finanziaria, e una diminuzione delle famiglie finanziariamente sicure. In prospettiva per il 2011 bisogna attendersi un indice moderatamente elevato. L’Index evidenzia la necessità di mantenere nell’ordine del giorno dell’agenda politica i temi correlati al sovra-indebitamento delle famiglie”.

Genworth Index 2010: più di una famiglia su tre vulnerabile finanziariamente ultima modifica: 2011-02-24T17:07:48+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: