Gilberto Spigolon, direttore commerciale di BluOrange: “Al via espansione della rete. Etica e Qualità umane al primo posto nel recruiting”

Riorganizzazione operativa, rilancio commerciale e recruiting mirato: sono le tre direttrici lungo le quali si svolgerà il piano di espansione su scala nazionale di BluOrange, società di mediazione creditizia nata a Cantù (CO) nel 2004 e attualmente operativa in Lombardia, Piemonte e Veneto. A illustrare il progetto aziendale è Gilberto Spigolon, nominato direttore commerciale della società lo scorso febbraio, nell’ottica di garantire un processo di ampliamento della rete mantenendo elevati standard qualitativi. Dopo un’esperienza ultraventennale nel settore del credito alle famiglie presso diversi istituti bancari, Spigolon si è rispecchiato appieno nei valori che ispirano l’attività della società: correttezza, lealtà e trasparenza. E ha messo nero su bianco questi principi nel codice etico, facendone il fulcro della prossima attività di ricerca del personale.

Nel corso della mia carriera, mi sono dedicato con passione ai mutui alle famiglie perché, fra tutte le attività e i prodotti del settore del credito, sono quelli che rivestono la funzione sociale più importante. Aiutare una famiglia a realizzare il ‘sogno della casa’ è la gratificazione più grande per un consulente. E il mediatore creditizio può farlo nel migliore dei modi, poiché, a differenza di altre figure professionali, presenta caratteristiche di neutralità e indipendenza, che sono il suo punto di forza”.

Quali obiettivi si è posto al suo arrivo?
Il mio incarico è di creare valore, migliorando ulteriormente il livello del servizio e della consulenza offerta ai clienti. Dobbiamo ampliare l’attività mantenendo grande attenzione alla qualità operativa. L’obiettivo principale è quello di rendere BluOrange un vero e proprio ‘centro di eccellenza’, che costituisca un punto di riferimento per i clienti e per i partner bancari.

Cosa prevede il vostro piano di sviluppo?
Gli obiettivi strategici dell’azienda prevedono uno sviluppo a livello nazionale. L’espansione dovrà avvenire con equilibrio, partendo dalle zone limitrofe all’ambito territoriale in cui già operiamo e, ovviamente, in base a principi aziendali di correttezza, lealtà e trasparenza.
Stiamo inoltre investendo sul potenziamento della struttura di back office, che fornirà ai collaboratori tutta l’assistenza di cui necessitano, al fine di assicurare l’elevato livello qualitativo del loro operato.

Avete già in progetto delle tappe per il vostro sviluppo?
Vogliamo migliorare la presenza nel territorio in cui già operiamo ed estendere gradualmente la nostra operatività alle altre regioni del territorio nazionale. Le prime regioni in cui abbiamo già individuato delle figure di area manager, che coadiuveranno la società nell’attività di sviluppo, sono l’Emilia Romagna, la Toscana e il Lazio. Partiremo quindi da queste aree per poi estendere l’attività anche alle altre regioni.

Avete già avviato la campagna di recruiting e come ci si può candidare?
Abbiamo già intrapreso un’attività di recruiting, che avverrà con grande equilibrio e, soprattutto, con particolare attenzione alle qualità umane e professionali dei candidati.
Le persone che decideranno di lavorare con noi, prima di tutto, dovranno condividere il progetto e i principi a cui si ispira la società. Gli interessati possono inviare la propria candidatura, compilando il form presente sul sito della società (www.bluorange.net) e allegando il curriculum vitae. La crescita e la formazione professionale di collaboratori e dipendenti verrà poi assicurata attraverso corsi e aggiornamenti formativi periodici, al fine di raggiungere una qualità operativa elevata e di offrire un servizio adeguato alle esigenze dei clienti.

Cosa prevede il codice etico della società?
BluOrange pone particolare attenzione non solo al raggiungimento degli obiettivi prefissati ma anche alle modalità con cui questi vengono raggiunti. L’attenzione all’etica e alla qualità operativa costituiscono i cardini su cui si basa la corporate governance della società. Per questo motivo i collaboratori che entrano a far parte dell’azienda si impegnano ad aderire a un codice etico e a svolgere la loro attività con grande rispetto delle persone. Attraverso l’ascolto, la comprensione dei bisogni e un’accurata attività di comparazione devono individuare soluzioni etiche per i clienti.
Conformità alle leggi, trasparenza, correttezza gestionale e cooperazione con i partner commerciali, sono i principi etici dai quali ricaviamo i nostri modelli di condotta, al fine di competere efficacemente e lealmente sul mercato, migliorare la soddisfazione dei nostri clienti, sviluppare le competenze e favorire la crescita professionale delle nostre risorse.