Giordano Guerrieri, area manager Primo Network: “Siamo i primi ad applicare alla mediazione creditizia il modello di network meritocratico per la crescita professionale dei nostri collaboratori”

Guerrieri, Primo NetworkNato nel 2001 come agente in attività finanziaria per iniziativa di Franco Salerno, Giusy Nestola e Lorenzo Rizzo, professionisti di lunga data nel settore della cessione del quinto, Primo Network è stato per tre anni un intermediario ex articolo 106 del T.u.b.. Nel 2012 si è trasformata in una società di mediazione creditizia che opera nel settore retail e corporate avvalendosi di un Crm proprietario estremamente avanzato, creato da Lorenzo Rizzo. Giordano Guerrieri, area manager della società e autore del libro Io merito credito, illustra l’innovativo modello di business dell’azienda e i suoi obiettivi per il prossimo futuro.

Quali sono i vostri punti di forza?
Il primo che citerei è la grande esperienza che abbiamo alle spalle. Primo Network da quasi 20 anni ha lo stesso nome, la stessa compagine sociale e porta avanti la stessa attività da quando è stata costituita. Prima di diventare mediatore siamo stati agenti e abbiamo anche vestito i panni di una finanziaria. Questo ci ha consentito di osservare il mercato e le sue dinamiche da diversi punti di vista, aiutandoci a capire come muoverci e come posizionarci. Aggiungiamo una struttura estremante flessibile, che ci consente di adattarci di continuo ai mutamenti a cui il settore va incontro. Da ultimo dobbiamo citare il nostro Crm, che consente una gestione integrata di tutti i prodotti e di tutte le pratiche tramite un unico portale.

Come è strutturata la vostra rete?
Primo Network è la prima società ha deciso di applicare, su iniziativa di Franco Salerno, il modello di network innovativo nella mediazione creditizia, offrendo agli agenti la possibilità di costruire la propria rete commerciale, diventando in sostanza imprenditori-distributori. L’azienda garantisce agli agenti la formazione e il supporto iniziale per avviare la propria rete, dopodiché spetta a loro impegnarsi per far crescere quanto possibile il proprio network. Il vantaggio è evidente: una possibilità di sviluppo esponenziale basato sull’impegno e sul merito.

Dove operate?
Siamo presenti su tutto il territorio nazionale, con una particolare concentrazione nel Centro Nord. Al momento abbiamo 80 collaboratori iscritti all’Oam, ma la cifra è in costante crescita. La nostra principale esigenza, comunque, non è tanto di avere una rete molto estesa, quanto quella di poter contare su professionisti seri e preparati, che abbraccino completamente la nostra filosofia e la nostra vision.

Come chiuderete l’anno?
Il montante lordo delle erogazioni della cessione del quinto toccherà i 45 milioni, segnando una crescita del 53% rispetto all’anno precedente. Il nostro piano industriale prevede di superare 60 milioni l’anno prossimo.

Che progetti avete in cantiere per il prossimo futuro?
Abbiamo in programma una serie di novità importanti, che sorprenderanno il mercato ma di cui preferiamo non svelare nulla in attesa di presentarle, già realizzate, nel primo semestre del prossimo anno. Sicuramente Primo Network vuole diventare e diventerà il primo distributore di prodotti cessione del quinto, offrendo agli agenti monomandatari e collaboratori specialist una soluzione per affrontare il mercato con più sicurezza e con strumenti all’avanguardia. Per gli agenti e mediatori da 5 a 10 milioni abbiamo un modello che possono prima far verificare e poi utilizzare, entrando a far parte del nostro network non come semplici produttori, ma come protagonisti di un nuovo modello partecipativo di distribuzione.

Giordano Guerrieri, area manager Primo Network: “Siamo i primi ad applicare alla mediazione creditizia il modello di network meritocratico per la crescita professionale dei nostri collaboratori” ultima modifica: 2019-01-07T09:00:34+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: