Giuseppe Barbarossa, responsabile Direzione Rete Consumer ViViBanca: “Svilupperemo il brand con una rete di agenzie territoriali a marchio esclusivo”

318

Barbarossa, VivibancaArchiviato il primo semestre con risultati in crescita, ViViBanca continua lo sviluppo dell’attività commerciale attraverso il potenziamento della rete agenziale e delle partnership bancarie. “I primi sei mesi dell’anno sono stati un periodo di riposizionamento strategico della rete di vendita – spiega Giuseppe Barbarossa, responsabile Direzione Rete Consumer -. La banca ha fatto una serie di inserimenti, in determinate aree geografiche ritenute importanti per lo sviluppo del brand, che hanno portato le agenzie da 60 a 80, andando così a rafforzare ulteriormente la presenza del marchio ViViBanca Network. L’obiettivo del piano triennale è arrivare a circa un centinaio di agenti in attività finanziaria, con 800 milioni di erogato”.

Come vi state muovendo, nel dettaglio?
In questo momento siamo presenti soprattutto al Nord e al Centro. Abbiamo avviato una campagna di recruiting nel Sud Italia, con particolare riferimento alla Campania, alla Calabria e alla Sicilia, dove abbiamo i maggiori margini di crescita. Il modello di sviluppo che abbiamo scelto si basa sull’apertura di agenzie a marchio ViViBanca Network  da parte di imprenditori interessati a partecipare al nostro progetto. La cessione del quinto rimane il nostro core business, tuttavia stiamo sviluppando una serie di progetti commerciali, partendo dalla lead generation fino ad arrivare all’introduzione di prodotti assicurativi e bancari che saranno complementari alla cessione del quinto e permetteranno ai nostri agenti di rafforzare la relazione con i propri clienti, oltre ad aiutarli a diffondere il nostro brand.

Il vostro agente ideale è un neofita o un professionista con esperienza pregressa nel settore?
Ci stiamo concentrando su figure esperte, che conoscono il mercato della cessione del quinto e che negli anni abbiano già sviluppato una produzione di qualche milione di euro. A loro vogliamo affidare una serie di prodotti ancillari alla cessione, sempre allo scopo di favorire lo sviluppo del portafoglio clienti. Gli agenti neofiti rientrano nel progetto ma attraverso il coordinamento di professionisti ben strutturati, che possano aiutarci a diffondere il nostro marchio sul territorio in modo sempre più capillare. La nostra idea di sviluppo è di lungo periodo, ovvero sulla crescita che vogliamo realizzare nei prossimi anni.

Sul versante banche ci sono novità?
Oltre a quelle con Iccrea, Banca Agricola, Banca Valsabbina e Banca Alpi Marittime stiamo stringendo nuovi accordi di partnership con istituti per i quali opereremo come fabbrica prodotto. In quest’ottica abbiamo già sottoscritto intese con Banca Azzoaglio e Banca Cambiano e siamo al lavoro su altri accordi. È importante sottolineare che in ogni caso i nostri agenti saranno chiamati a partecipare a tutte le attività commerciali sviluppate dalla sede centrale della banca. Tra queste, ad esempio, siamo al lavoro anche sul fronte noleggio a lungo termine.

Avete altri progetti in cantiere?
Stiamo sviluppando nuovi sistemi digitali per semplificare il lavoro di tutta la filiera produttiva e al tempo stesso avvicinarci ai clienti. Una delle nostre convinzioni è che nel mercato attuale non contino solo i tassi competitivi ma anche la velocità con cui si riesce a soddisfare le esigenze dei clienti e dei potenziali clienti. Gestire le loro esigenze, qualsiasi esse siano, in tempi rapidi, con risposte trasparenti ed esaustive farà la differenza rispetto ai concorrenti. Per questo i nostri agenti avranno a disposizioni non solo prodotti commercialmente interessanti ma anche strumenti tecnologicamente evoluti per gestire il proprio lavoro e tutti i servizi ad essi collegati.