Giuseppe Ira eletto presidente dei Parchi permanenti italiani

Parchi permanenti italiani LogoGiuseppe Ira, presidente del parco tematico Leolandia, è il nuovo presidente dei Parchi permanenti italiani, l’associazione di categoria che rappresenta le imprese operanti nel settore dei parchi divertimento, aderente ad Agis e Federturismo.

ll rinnovo delle cariche associative, recentemente svoltosi, ha visto eleggere per il triennio 2018-2020 l’imprenditore bergamasco Giuseppe Ira, che assume il ruolo di primo rappresentante di oltre 50 strutture presenti sul territorio nazionale tra cui 35 parchi acquatici, 10 parchi tematici e 5 acquari e zoosafari.

L’industria dei parchi divertimento rappresenta un forza economica e sociale con un forte impatto sul territorio nazionale e locale, con più di 17 milioni di visitatori e un fatturato complessivo di oltre 350 milioni di euro annui (Dati Siae 2016).

“Sono onorato della fiducia accordatami dai colleghi affidandomi questo mandato. – ha dichiarato il neopresidente Giuseppe Ira – Ho grande fiducia nel nostro sistema impresa e intendo impegnarmi, con il supporto del Consiglio e di tutti i rappresentanti dei parchi, per offrire maggiore visibilità al settore, semplificare il lavoro delle imprese che ne fanno parte, e far sì che l’importante funzione che esso svolge per l’economia del nostro paese assuma rilievo anche presso le istituzioni. È con questo intento che, insieme all’Associazione, stiamo improntando una ricerca sotto forma di questionario, indirizzata a tutti i parchi italiani con lo scopo di stimare il potenziale dell’intero comparto e individuarne i punti di forza, le opportunità e gli ambiti di crescita. Si tratta di una prima azione, che si inserisce all’interno di un percorso programmatico che dia nuovo slancio al nostro comparto e gli permetta di continuare a creare valore per il territorio”.

Giuseppe Ira eletto presidente dei Parchi permanenti italiani ultima modifica: 2018-06-18T11:42:46+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: